Spazio

Missione indiana sulla Luna: trovato il lander schiantato

Il lander Vikram è stato appena scovato dalla sonda madre Chandrayaan-2. Ora l'agenzia spaziale indiana cercherà di stabilire un contatto, ma le speranze non sono molte.

Il lander Vikram scendeva verso il polo sud lunare senza intoppi, ma a soli 2 km dalla superficie le comunicazioni si sono improvvisamente interrotte. Qualche decina di ore dopo, l'agenzia spaziale indiana (IRSO) dichiara che Vikram (o ciò che ne resta) è stato individuato dall'orbiter Chandrayaan-2, ovvero la sonda lanciata insieme al lander due mesi fa.

I tre componenti della missione indiana Chandrayaan-2.
Orbiter, lander e rover: i tre componenti della missione indiana Chandrayaan-2. © ISRO

2 settimane per il miracolo. «Abbiamo trovato la posizione del lander Vikram sulla superficie lunare e l'orbiter ne ha scattato immagini termiche», ha dichiarato K. Sivan, presidente dell'IRSO. Ha aggiunto scettico: «Dev'essere stato un atterraggio duro».

Gli sforzi dell'IRSO continueranno per 14 giorni, prima di dare il lander per perso. Il funzionamento di Vikram è inoltre legato a quello del rover Pragyan, che può comunicare solo attraverso il lander: anche nel caso in cui il rover fosse integro, non sarà possibile contattarlo direttamente.

E L'ORBITER COME StA? Lo stato dell'orbiter Chandrayaan-2 è invece perfetto: dall'ISRO dichiarano che la sonda funziona benissimo. Talmente bene che la sua durata operativa prevista di 1 anno potrà essere estesa a più di 7 anni.

Con i suoi 8 diversi strumenti scientifici, l'orbiter potrà scandagliare la Luna studiando i depositi di ghiaccio d'acqua individuati dal suo predecessore: Chandrayaan-1. E, forse, potrà fornirci un'immagine del destino del suo compagno di viaggio.

10 settembre 2019 Davide Lizzani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us