Scoperti in due meteoriti acqua e altri elementi base della vita

È la prima volta che in meteoriti, forse giunti da Cerere, si trovano non solo i mattoni della vita ma anche l'acqua necessaria alle reazioni chimiche.

s3
Due meteoriti arrivati nel '98 dalla Fascia degli Asteroidi contengono importanti mattoni della vita e acqua. |

Due rocce provenienti dallo Spazio, precipitate separatamente sulla Terra nel 1998 dopo aver ruotato nella Fascia degli Asteroidi per miliardi di anni, condividono qualcosa di molto particolare: gli ingredienti della vita e l’acqua. Sono i primi meteoriti mai rinvenuti a mostrare contenuti sia di acqua liquida sia un insieme di composti organici complessi, come gli idrocarburi e gli amminoacidi.

 

meteoriti, acqua, carbonio, precursori della vita, sistema solare, fascia degli asteroidi, cerere
I due meteoriti studiati possono essere stati espulsi dal pianeta nano Cerere. | NASA/JPL-CALTECH/UCLA/MPS/DLR/IDA

Lo studio è stato condotto su minuscoli cristalli di sale presenti nelle meteoriti, attraverso analisi ai raggi-x nei laboratori del dip. di energia del Lawrence Berkeley Lab. L'analisi ha anche permesso di stabilire che la probabile origine dei due meteoriti è il pianeta nano Cerere, il più grande oggetto della Fascia degli Asteroidi. Lo studio pubblicato sulla rivista Science Advances apre un nuovo capitolo nella narrazione della storia antica del Sistema Solare e della geologia degli asteroidi, e rende molto più alta la probabilità di trovare vita al di fuori della Terra.

 

I mattoni della vita. Spesso si parla della scoperta dei mattoni della vita nell’Universo: quali sono quelli che realmente hanno permesso alla vita di nascere, almeno sulla Terra e per come la conosciamo?

 

meteoriti, acqua, carbonio, precursori della vita, sistema solare, fascia degli asteroidi, cerere
Un frammento del meteorite con un'inclusione di sale. |

Sul nostro pianeta, tutte le forme di vita oggi note si basano sulle particolari proprietà chimiche del carbonio. Questo elemento chimico possiede una proprietà quasi unica nell'Universo: la capacità di creare legami componendo con facilità molecole estremamente lunghe e complesse. Interagendo chimicamente con altre molecole ha permesso a elementi disorganizzati di organizzarsi e formare strutture sempre più complesse che alla fine sono in grado di replicarsi e sfruttare fonti di energia per il proprio sostentamento.

 

È per questo che tutte le molecole che contengono almeno un atomo di carbonio sono dette molecole organiche, a eccezione di una famiglia di ossidi e di idrossidi, quali l'ossido di carbonio e il biossido di carbonio, quest'ultimo noto come anidride carbonica (CO2).

 

meteoriti, acqua, carbonio, precursori della vita, sistema solare, fascia degli asteroidi, cerere
Uno dei cristalli di sale studiati ai raggi-x. |

La propensione del carbonio a formare lunghe catene di legami è stata la carta vincente per la nascita delle prime molecole complesse, a ragione chiamate precursori della vita: gli amminoacidi e le proteine.

 

Gli amminoacidi contengono, oltre al carbonio, anche idrogeno, ossigeno e azoto, che insieme al carbonio sono gli elementi fondamentali necessari alla vita. Naturalmente, alla vita servono anche altri elementi, come lo zolfo - che serve a produrre energia per le molecole principali.

 

Gli amminoacidi poi possono raggrupparsi a formare serie lunghissime di macromolecole con geometrie complesse e intricate: queste sono le proteine, molecole un gradino più in alto verso la vita vera e propria.

 

Per tornare ai meteoriti, in tutto ciò l'acqua è estremamente importante perché è l'elemento nel quale possono con maggior facilità avvenire le reazioni chimiche che portano dagli elementi semplici alle molecole sempre più complesse.

 

12 gennaio 2018 | Luigi Bignami