Spazio

Lo sbarco (quasi vero) dell'uomo su Marte

Vi ricordate di Mars500? La simulazione del viaggio su Marte in corso presso il Moscow Institute of Biomedical Problems di Mosca, partita lo scorso 3 giugno? Ebbene i 6 volontari, dopo più di otto mesi di "volo" verso il pianeta rosso e di completo isolamento dal mondo esterno, hanno affrontato la prima passeggiata marziana. Simulata. Ecco il video.

La diretta via internet

(Focus.it, 13 e 14 febbraio 2011. Ultimo aggiornamento, 15 febbraio 2011)


Da oltre 8 mesi sei uomini di quattro nazionalità diverse vivono dentro un modulo abitativo di 240 metri quadri installato alle porte di Mosca. Non sono i protagonisti della versione russa del Grande Fratello, ma i 6 volontari che stanno partecipando a Mars500, la prima e più realistica simulazione di un viaggio su Marte mai realizzata. Dopo oltre 240 giorni di "viaggio" in cui hanno portato a termine esperimenti e manovre di ogni tipo, i sei astronauti stanno finalmente per sbarcare sul pianeta rosso. E tre membri dell’equipaggio, tra cui l’italiano Diego Urbina, affronteranno la prima passeggiata marziana sulla ricostruzione di suolo extraterrestre preparata per loro dai tecnici dell’Agenzia Spaziale Europea.

Si fa sul serio
Le procedure di preparazione allo sbarco sono iniziate lo scorso 1 Febbraio, quando la navicella spaziale è entrata in orbita circolare attorno a Marte. Una settimana dopo, una volta terminate le operazioni di carico e controllo delle apparecchiature, Alexandr Smoleevskiy, Diego Urbina e Wang Yue si sono chiusi dentro al Mars Lander che sabato 12 si è sganciato dalla navicella madre e ha iniziato la sua discesa su Marte.
Tutto avviene con un realismo che ha dell’incredibile: anche le comunicazioni tra i cosmonauti e il centro di controllo missione hanno un ritardo di 20 minuti, come quello che sperimenteranno i primi veri astronauti in viaggio verso il pianeta rosso.
Il 14 Febbraio alle 13.00 ora di Mosca (le 11.00 ora italiana), Diego Urbina e Alexandr Smoleevskiy hanno indossato le tute spaziali e affrontato la prima passeggiata sul suolo marziano. Anche se si tratta solo di una simulazione, dal blog degli astronauti traspare una certa emozione.
I tre si fermeranno sulla superficie di Marte fino al 19 Febbraio, quando il lander tornerà alla navicella madre che riporterà i sei a casa. L’arrivo sulla Terra e la conclusione della missione sono programmati per il 5 Novembre 2011, dopo ben 520 giorni di viaggio e di isolamento.

Il video con la simulazione dell'arrivo su Marte

La diretta dello "sbarco virtuale" su Marte

Per aggiornare la pagina, clicca qui.

12.25 - Twitter - Il centro di controllo annuncia che la prima passeggiata virtuale su Marte si è conclusa. Positivamente. I due volontari sono usciti dal lander e si sono trovati nel capannone di 12.000 m3 che simula il suolo marziano.
Hanno approntato tutto il materiale che nelle due successive uscite extraveicolari serviranno per raccogliere campioni rocciosi ed effettuare indagini sul suolo e misurazioni chimiche.

11.40 - Twitter - La missione Mars 500 comunica che Urbina ha salutato via radio i tecnici del centro di controllo in inglese: "Hello from Mars". Il cosmonauta Smoleevsky ha salutato in russo.

11.33- web - Il russo Alexander Smoleevsky e l'italiano Diego Urbina sono stati i primi a sbarcare.

Sono previste tre uscite nel simulatore marziano. La prima uscita durerà circa due ore.

Gli astronauti indossano tute spaziali realizzate per gli sbarchi dei cosmonauti russi, ma sono state leggermente modificate per rendere più facile la camminata in presenza di gravità.

11.26 - web - In mancanza di una diretta video che non funziona, occorre accontentarsi dei Tweet del "nostro astronauta" Diego Urbina. Una domanda: come fa a digitare con quei guantoni?

11.06 - Twitter - Le foto dello sbarco http://twitpic.com/3znvrl

10.59 - web - La diretta in streaming prevista all'indirizzo http://wsn.spaceflight.esa.int/?pg=live non risulta attiva. Che sfortuna!

14 febbraio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us