Spazio

Mars Sample Return: cambio programma per recuperare i campioni di Marte

Rivoluzionata l'ambiziosa missione della Nasa prevista per il 2027 che prevede la raccolta di campioni dal suolo marziano e il successivo ritorno a terra per le analisi nel 2033. Ecco come si svolgerà la Mars Sample Return.

La Nasa, in accordo con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA), ha cambiato le carte in tavola della missione "Mars Sample Return", il complicato progetto che prevede di portare sulla Terra campioni di suolo e rocce marziane prelevate dal rover Perseverance, attualmente sulla superficie del Pianeta rosso all'interno del cratere Jezero. L'obiettivo di questa riprogrammazione è ridurre la complessità della missione (e i costi) ma anche aumentarne le probabilità di successo.

Come avverrà l'operazione? Innazitutto, ecco che cosa prevedeva il piano originale: doveva essere inviato un rover costruito dall'Esa che avrebbe prelevato i campioni e li avrebbe portati a un lander, dove li avrebbe caricati su un razzo e lanciati in orbita marziana. A quel punto, l'Earth Return Orbiter dell'Esa avrebbe preso il contenitore con le rocce e l'avrebbe portato sulla Terra. 

Secondo quanto annunciato dalla Nasa, Perseverance continuerà a raccogliere campioni di suolo e rocce marziane e li porterà lui stesso al Sample Retrieval Lander una sonda che verrà lanciata e che avrà a bordo il razzo Mars Ascent Vehicle e un braccio robotizzato, il Sample Transfer Arm dell'Esa che servirà per trasferire i campioni marziani da Perseverance al razzo. Questo poi lascerà Marte con i campioni per raggiungere l'orbita marziana. Qui, un'altra sonda caricherà i campioni e li porterà sulla Terra per un esame ravvicinato da parte degli scienziati, grazie a sofisticate attrezzature che non possono essere inserite in un veicolo spaziale.

Il ruolo dei droni. Si tratta di un'operazione molto complessa e che vede l'Agenzia Spaziale Europea impegnata in prima fila, in quanto costruirà il razzo per lanciare i campioni da Marte e la sonda che li riporterà a Terra.

Secondo la nuova programmazine, Perseverance farà dunque tutto da solo. A dargli man forte saranno due piccoli elicotteri, dotati di bracci robotici per afferrare le provette e di ruote (saranno molto simili a Ingenuity, il cosiddetto martecottero già in dotazione su Perseverance). Gli elicotteri saranno utilizzati (non è stato specificato come) per recuperare altri campioni lasciati sulla superficie marziana da Perseverance o nel caso Perseverance non fosse più funzionante: possiamo pensarli come droni extraterrestri, simili a quelli che Amazon sta sviluppando per consegnare i pacchi.

Quando tutto questo? L'Earth Return Orbiter e il Sample Retrieval Lander saranno lanciati rispettivamente nell'autunno 2027 e nell'estate 2028. Se tutto andrà come da pianificazione, i campioni dovrebbero arrivare sulla Terra nel 2033.

Ad ottobre di quest'anno inizieranno i lavori per costruire le diverse parti di un'impresa che risulterà sicuramente storica.

5 agosto 2022 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us