Spazio

Mappa 3D della titanica Supernova 1987A

I radiotelescopi ALMA hanno permesso di ricostruire una mappa in 3D della Supernova 1987A e di scoprire nuovi elementi chimici al suo interno.

I ricercatori hanno puntato i 66 radiotelescopi di ALMA verso la stella supergigante blu Sanduleak -69° 202a (Sk-69 202). Al suo posto, oggi si vedono i resti della supernova che nel 1987, anche se distante 168.000 anni luce (in un'altra galassia), si vide a occhio nudo dalla Terra: l'esplosione più brillante nel cielo dopo la supernova di Keplero del 1604.

L'esplosione della supergigante blu ha rilasciato non solo enormi quantità di fotoni, ma ha anche creato un'immensa onda d'urto. Grazie alle ripetute osservazioni di Hubble possiamo vedere gli effetti dell'onda d'urto, che sconvolge e infiamma l'anello di gas della stella che si è formato centinaia di anni prima dell'esplosione, come ad annunciare l'imminente collasso.

L'anello della SN 1987A viene raggiunto dall'onda d'urto dell'esplosione (vedi anche Effetti speciali dalla supernova SN 1987A). | NASA/ESA Hubble

Lo studio ha permesso di realizzare una mappa 3D che ricostruisce la supernova fino al nucleo della stella esplosa e che ne mappa le regioni in base alle molecole predominanti. Questo sarà estremamente utile per trovare indizi che ci aiutino a comprendere meglio non solo la morte delle stelle, ma anche la nascita di sistemi planetari. I pianeti come la Terra si formano infatti dai resti di supernove: inoltre, solo grazie agli elementi pesanti creati dall'esplosione una nuova stella può cominciare a vivere.

La mappa 3D: in blu l'anello di gas esterno, in viola le zone con monossido di silicio (SiO), in giallo quelle con monossido di carbonio. | ALMA (ESO/NAOJ/NRAO), R. Indebetouw; NASA/ESA Hubble

Con un secondo studio, i ricercatori hanno individuato nuove molecole: il radicale HCO+ (acido carbonico) e il monossido di zolfo (SO), e mette in discussione l'idea che l'energia liberata da una supernova distrugga tutte le molecole della sua stella. Inoltre, la presenza di HCO+ è particolarmente interessante perché per la sua formazione sono necessari violenti moti di rimescolamento durante l'esplosione.

12 luglio 2017 Davide Lizzani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Perché Gesù finì sulla croce? A chi dava fastidio davvero, e di cosa fu accusato? Nella Palestina di duemila anni fa, ricostruiamo il processo che condannò alla più terribile delle pene il predicatore di Nazareth, consegnandolo per sempre alla Storia e, per i credenti, alle braccia del Padre.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello è l'organo più complesso da scoprire. Ecco le ultime rivelazioni della scienza. Inoltre: i laboratori bunker dove si manipolano i virus; tornano i supersonici per attraversare la stratosfera; quanto e come si allenano gli atleti delle Olimpiadi.  E ancora sei bugiardo o super bugiardo? Scoprilo con il test. 

ABBONATI A 29,90€
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R.
 
ABBONATI A 29,90€
Follow us