Spazio

L'ultimo regalo di Messenger

Dopo 3 anni in orbita attorno a Mercurio, lo scorso 30 aprile la sonda Messenger ha esaurito il carburante ed è precipitata sul pianeta. Non prima di averci inviato un'ultima, spettacolare immagine.

Mercurio come non l’avete mai visto: un elegante tavolozza di colori che spaziano dal beige all’azzurro al grigio e al bianco. È un pianeta molto diverso dal mondo grigiastro e opaco al quale ci hanno abituato le immagini astronomiche degli ultimi anni.

Le zone in azzurro più tenue sono quelle ricoperte da materiale geologicamente più giovane, che è stato esposto per meno tempo all'ambiente spaziale intorno al pianeta. Probabilmente si tratta di rocce dissepolte da impatti metorici in tempi relativamente recenti.

VECCHIO E NUOVO. Le aree tendenti all’ arancione sono invece più antiche: nell’angolo in alto a destra dell’immagine spicca il bacino Caloris, un cratere da impatto del diametro di circa 680 km che si è formato 3,8-3,9 miliardi di anni fa.

Questo scatto, il cui contrasto è stato aumentato digitalmente, è uno degli ultimi inviati sulla Terra dalla sonda spaziale Messenger, che dopo aver orbitato per 3 anni attorno a Mercurio lo scorso 30 aprile ha terminato la sua missione - e il carburante - e si è schiantata sulla superficie del pianeta.

Equilibrio cosmico. Gli ultimi grammi di combustibile sono stati utilizzati per collocare Messenger in un punto di equilibrio tra le spinte gravitazionali del Sole e di Mercurio, così da ritardarne il più possibile la fine e sfruttare fino all’ultimo momento i suoi occhi e i suoi strumenti.

L’opera di Messenger sarà portata avanti dalla nuova missione BepiColombo, che secondo i piani dovrebbe partire nel 2017. Frutto della collaborazione tra l’Agenzia Spaziale Giapponese e l’ESA dovrebbe raggiungere Mercurio nel 2024 con due diverse sonde e aiutare gli scienziati ad approfondire la conoscenza del più misterioso tra i pianeti del nostro Sistema Solare.

17 giugno 2015 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us