Spazio

Luci su Cerere, Dawn vicina a una soluzione

All'origine delle macchie ci sarebbero ghiaccio e sbuffi di vapore simili a quelli delle comete: le osservazioni sempre più precise della sonda fanno chiarezza sul mistero.

La natura delle misteriose macchie luminose avvistate su Cerere dalla sonda Dawn, e in particolare di quella più grande, è sempre più simile a quella del ghiaccio. La conferma dai responsabili della missione è arrivata durante la Lunar and Planetary Science Conference tenutasi in Texas il 17 marzo.

vederci chiaro. La più grande delle due luci, soprannominata macchia #5, era già stata individuata in precedenza da Hubble all'interno di un cratere di 80 km di ampiezza, e osservata da Dawn accanto a un secondo "guizzo", un po' meno brillante. Ma ora che la sonda è in orbita intorno al pianeta nano, le osservazioni si sono fatte più precise.

Ghiaccio e vapore. La macchia è grande meno di 4 chilometri e ha le caratteristiche spettrali tipiche del ghiaccio. Sembra riflettere luce anche quando si osserva di profilo, da dietro il bordo del cratere: da qui l'ipotesi che dalla base ghiacciata si alzino vapori d'acqua, sollevandosi oltre l'orlo in direzione dello Spazio (una teoria, questa, che confermerebbe precedenti osservazioni di Herschel).

lo zampino del sole. Il tutto secondo cicli precisi, con una luminosità forte durante il giorno che sembra attenuarsi di notte: un comportamento simile a quello delle comete, la cui coda è sublimata dai raggi solari. Insomma, Cerere si conferma un corpo celeste molto attivo. Ma per sciogliere definitivamente il mistero occorrerà aspettare fino alla metà di aprile, quando la sonda si sarà ulteriormente avvicinata al pianeta nano.

19 marzo 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us