Luca Parmitano: è l'ora della terza passeggiata spaziale per l'AMS-02

Luca Parmitano e il collega Andrew Morgan sono arrivati alla fase cruciale delle #SpaceWalkforAMS: nella terza passeggiata spaziale posizioneranno il nuovo sistema di raffreddamento sull'AMS-02.

ESA/NASA
AstroLuca trasportato dal braccio robotico Canadarm2 nel corso della seconda #SpaceWalkforAMS. | NASA/ESA

Nuova settimana, nuova passeggiata spaziale per Luca Parmitano: lunedì 2 dicembre AstroLuca e il collega della NASA Andrew Morgan affronteranno la terza fase della serie di delicate operazioni per estendere la vita operativa dell'Alpha Magnetic Spectrometer (AMS-02), il cacciatore di antimateria posizionato all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale. Dopo aver rimosso lo scudo protettivo dell'esperimento e tagliato cavi e tubi che lo collegavano al vecchio sistema di raffreddamento, oggi sarà posizionato il nuovo sistema di pompe, l'Upgraded Tracker Thermal Pump System (UTTPS).

 

Una lunga giornata di lavoro. Luca Parmitano ed Andrew Morgan usciranno dall'airlock alle 12:50 ora italiana, e opereranno all'esterno, nello Spazio, per circa 7 ore e mezza. Come sempre, i due astronauti saranno assistiti dalle colleghe Christina Koch e Jessica Meir, che dall'interno della ISS comanderanno il braccio robotico Canadarm2 per spostare i colleghi sul segmento S3 dell'Integrated Truss Structure, l'intelaiatura della ISS dove sono montati pannelli solari, i radiatori e, appunto, l'AMS-02. Anche questa volta Luca Parmitano sarà riconoscibile dalle strisce rosse sulla tuta, che identificano per convenzione chi è al comando dell'EVA. Le operazioni saranno trasmesse in diretta sulla web TV di ESA e seguite, sui social, con il tag #SpaceWalkforAMS.

A buon punto. Questa terza EVA, è stata ribattezzata "the money run" (la raccolta dei soldi) perché includerà la parte più significativa dell'intero intervento sull'AMS-02: l'installazione vera e propria del nuovo sistema di raffreddamento. Dopo che AstroLuca avrà connesso gli otto tubi tagliati nella seconda EVA con i nuovi, gli ingegneri di Terra potranno ripressurizzare il sistema e le operazioni potranno dirsi - quasi - concluse. La quarta e ultima passeggiata spaziale del ciclo servirà a verificare che tutto funzioni come previsto e che non ci siano perdite di pressione.

 

2 dicembre 2019 | Elisabetta Intini