Focus

Luca Parmitano in partenza per la ISS

L'astronauta italiano dell'ESA decollerà questa sera a bordo della Soyuz dando inizio alla missione "Volare": lo aspettano passeggiate spaziali e numerosi esperimenti in microgravità.

luca_parmitano_fullwidth
Luca Parmitano fotografato la scorsa settimana durante il primo ingresso nella navicella Soyuz. Photo credit: ESA |

Tutto è pronto per il countdown che Luca Parmitano, 36enne di Paternò (Catania), sesto astronauta italiano nello Spazio, aspetta da tutta la vita. Stasera alle 22:31 ora italiana, dalla base russa di Baikonur, in Kazakhstan, partirà il vettore Soyuz che accompagnerà tre astronauti (oltre all'italiano il russo Fyodor Yurchikhin, alla sua terza missione sull'ISS, e l'americana Karen Nyberg della NASA, alla sua seconda missione spaziale) sulla nostra base orbitante.

Guarda anche l'intervista spaziale di Paolo Nespoli e le foto dell'Italia vista dalla ISS

 

Pilota dell'Aeronautica militare italiana con oltre 2 mila ore di volo alle spalle, Parmitano fa parte dell'Agenzia Spaziale Europea dal 2009 e appartiene alla nuova generazione di cosmonauti italiani (insieme a Samantha Cristoforetti, che per arrivare sulla ISS dovrà aspettare il novembre 2014).

Sulla Stazione Spaziale trascorrerà 166 giorni in una missione che è stata, non a caso, ribattezzata "Volare": Parmitano sarà infatti il primo astronauta italiano ad avere l'onore di compiere una passeggiata spaziale. Per ben due volte uscirà dalla ISS protetto solo dalla tuta, per sistemare nuovi componenti per futuri esperimenti e ritirare quelli di esperimenti ormai conclusi.

La Terra vista dalla ISS: le foto twittate dagli astronauti
Sai come è fatto l'interno della ISS?

 

Quello di "Volare" sarà anche il primo equipaggio a raggiungere la ISS in appena 6 ore, grazie a un attento studio dei parametri orbitali della Soyuz (leggi la notizia per approfondire). Una volta a bordo Parmitano inizierà la preparazione di una serie di esperimenti sulla reazione del corpo umano alla microgravità (inclusi studi sulla resistenza delle cartilagini nello Spazio, sulla capacità di contrazione dei muscoli e sul cambiamento dei ritmi circadiani sottoposti ogni giorno a 16 albe e 16 tramonti) e sul comportamento dei fluidi sulla ISS.

Nelle pause di lavoro, ha già promesso che suonerà come Chris Hadfield, ma puntando su Dalla e Ligabue. Le sue avventure si potranno seguire sul blog dell'ESA e sul suo account Twitter @astro_luca.

Sei mesi nello Spazio e torni più vecchio di 40 anni
Vita quotidiana sulla ISS: i video di Chris Hadfiled

 

28 maggio 2013 | Elisabetta Intini