Plutone e New Horizons vai allo speciale

Le lune di Plutone ruotano come trottole

I nuovi dati inviati dalla sonda New Horizons mostrano che i satelliti minori di Plutone girano velocissimi su se stessi, forse a causa della forza esercitata dalla grossa luna Caronte.

Plutone e i suoi satelliti non smettono di riservare sorprese. Gli ultimi studi condotti sui  dati raccolti dalla sonda New Horizons rivelano che il minisistema plutoniano ha delle peculiarità uniche nel Sistema Solare: le quattro lune minori del pianeta nano ruotano infatti come trottole, arrivando, nel caso di Idra, a compiere 89 rotazioni per ogni singola orbita.

 

Il video animato della NASA che vedete in apertura, illustra come Stige, Notte, Cerbero e Idra non abbiano una rotazione sincrona attorno al proprio pianeta; la conseguenza è che non mantengono sempre la stessa faccia rivolta verso Plutone, a differenza di ciò che accade alla Luna nei confronti della Terra.

 

Minisistema. Stige, Notte, Cerbero e Idra sono, dalla più vicina alla più lontana, le minilune irregolari e bitorzolute che orbitano intorno a Plutone, o più precisamente, intorno al sistema binario (una sorta di pianeta nano doppio) formato da Plutone e suo satellite principale Caronte.

 

Le cinque lune di Plutone riprese dalla sonda New Horizons. | NASA/JHUAPL/SwRI

 

Gira e rigira. Le nuove informazioni inviate dalla sonda della Nasa rivelano che i quattro piccoli satelliti girano su se stessi molto più velocemente di quanto si pensasse prima dello storico fly by. Hal Weaver, uno degli scienziati coinvolto nella missione New Horizons, spiega che
a sbalordire è soprattutto la condotta di Idra, la luna più esterna, che completa la bellezza di 89 rotazioni nel corso di un singolo moto di rivoluzione, comportandosi come un oggetto della fascia di Kuiper.

 

Tutta colpa di Caronte. La vera domanda, dicono gli scienziati, non è perché Idra vada così veloce, ma perché non abbia rallentato. Nonostante le dinamiche del sistema Plutone siano ancora in parte sconosciute, l'ipotesi è che Caronte eserciti un momento meccanico sui satelliti più piccoli, impedendo loro di rallentare e assumere una rotazione sincrona.

 

 

11 Novembre 2015 | Davide Decaroli