Spazio

La Dawn vicina a svelare l'origine delle macchie di Cerere

Le misteriose macchie bianche sulla superficie di Cerere in primo piano nelle fotografie ravvicinate della sonda della Nasa Dawn.

La grande attesa della Nasa (e di tutti i curiosi) per saperne qualcosa di più sulla composizione e formazione delle macchie bianche di Cerere è forse alla fine. Arrivano immagini sempre più nitide dalla sonda Dawn, che si trova adesso a 13.600 km di quota.

Da questa distanza, le sorprese già non mancano: le macchie bianche all’interno del grande cratere da 92 km di diametro, che sembravano essere due, in realtà sono molte di più. Ma quale sia la natura di queste macchie e di quella di altre che si scorgono qua e là rimane ancora da chiarire.

«Quello che possiamo dire al momento è che le macchie sono composte da materiale che riflette fortemente la luce del Sole. Forse è ghiaccio...», spiega Christopher Russell, responsabile capo della ricerca scientifica della missione Dawn. Altre ipotesi avanzate da alcuni ricercatori vogliono che le macchie siano depositi di sali lasciati da acqua che fuoriesce dall’interno del pianeta-nano e che si è accumulato nel tempo.

Il propulsore ionico elettrostatico della Dawn è un tipo di motore elettrico che accelera gli elettroni nella direzione del campo elettrico.

Dopo la prima serie di circumnavigazioni attorno a Cerere, Dawn sta per accendere il suo motore a ioni che nell’arco di un mese la porterà a 4.400 km dalla superficie. C'è molta speranza - e fiducia - nel fatto che da lì si possa trovare la risposta al mistero delle macchie bianche e alla storia geologica di Cerere, il più grande corpo celeste della fascia principale degli asteroidi, tra Marte e Giove, considerato un pianeta-nano.

La sonda Dawn della Nasa funziona con un motore a spinta ionica.

La sonda Dawn è la prima missione che ha visitato un pianeta-nano. Prima di Cerere ha studiato a fondo l’asteroide Vesta, attorno al quale è rimasta per 14 mesi tra il 2011 e il 2012.

12 maggio 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us