Spazio

La lattuga cresciuta nello Spazio potrebbe non essere così sana (ma ci rifaremo con i ceci)

Crescere nello Spazio rende l'insalata più sensibile a contaminazioni batteriche. In compenso i ceci (con un po' di aiuto) sopportano il suolo lunare.

Mangiare cibo sano nello Spazio potrebbe rivelarsi più difficile del previsto, specialmente per gli amanti dell'insalata. Lattuga e altre verdure a foglia così importanti in una dieta bilanciata sembrerebbero infatti patire più facilmente contaminazioni batteriche, quando crescono in microgravità. E siccome la ISS è un ricettacolo di funghi e batteri, la questione è piuttosto importante anche per la salute attuale degli astronauti e non solo per le missioni spaziali di lunga durata.

Da che parte siam girate? Un team di scienziati dell'Università del Delaware ha provato a coltivare lattuga in un ambiente che simulava le condizioni di microgravità presenti sulla Stazione Spaziale Internazionale - la nostra base orbitante nello Spazio, all'interno della quale gli astronauti "galleggiano" perché è come se stessero cadendo continuamente sulla Terra. Le piante sono molto abili a percepire la gravità attraverso le radici, ma in questo caso sono state volutamente mandate in confusione facendole roteare come si fa con un pollo allo spiedo.

Porte spalancate. Queste piante che non distinguevano più l'alto dal basso sono risultate più suscettibili a infezioni di batteri del genere Salmonella, spesso responsabili di tossinfezioni alimentari. Il motivo, come spiegano gli scienziati su due articoli scientifici pubblicati su Scientific Reports e npj Microgravity, riguarda gli stomi, strutture che consentono lo scambio gassoso poste sulle parti erbacee delle piante.

Di norma gli stomi si chiudono in presenza di una minaccia vicina, come appunto un patogeno. Ma le piante sottoposte a microgravità negli esperimenti hanno aperto gli stomi anziché chiuderli, e questo sembra aver facilitato l'invasione dei loro tessuti da parte della Salmonella. Nemmeno l'impiego di un batterio "buono" che sulla Terra protegge le piante dalle fonti di stress, il B. subtilis UD1022, è riuscito a far chiudere gli stomi delle piante in microgravità, per favorire le loro difese.

Hummus lunare. Se dovesse andar male con le verdure a foglia, i futuri coloni spaziali potranno consolarsi con i legumi. Un gruppo di scienziati della Texas A&M University e della Brown University di Rhode Island è riuscito infatti a far sopravvivere e fiorire alcune piante di ceci nell'ostile suolo lunare, ricco di metalli e poverissimo di nutrienti.

Come hanno fatto? Sfruttando l'aiuto di micorrize arbuscolari, funghi che rimuovono dal suolo elementi radioattivi e metalli pesanti e migliorano la capacità delle piante di assorbire nutrienti, e aggiungendo alla polvere lunare vermicompost, il prodotto dell'allevamento di lombrichi su rifiuti organici.

Supportate dal fungo e con lo sprint donato dal fertilizzante, le piantine di ceci sono riuscite a cavarsela anche nello sterile suolo lunare: è la prima volta che i ceci crescono in un mix fatto per oltre il 30% di regolite.

24 gennaio 2024 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us