Spazio

Un laser per spazzare via i detriti spaziali

Una nuova proposta per ripulire lo spazio da detriti e spazzatura orbitante: un cannone laser per spararli sulla Terra.

Sono decine di migliaia i relitti spaziali che circondano la Terra e nel corso del tempo, nonostante i molti buoni propositi delle nazioni impegnate nello sfruttamento dello spazio, continuano ad aumentare. I rischi connessi a questi relitti riguardano i tanti satelliti in orbita terrestre, ma anche la stazione spaziale, che ha sempre a bordo degli astronauti.

Un pezzo di spazzatura spaziale caduto in Texas nel 1997. Solo per caso non ha prodotto danni a cose o persone.

Rifiuti e relitti possono anche cadere sulla Terra, e per evitare danni anche gravi le proposte avanzate per ripulire lo spazio che ci circonda sono aumentate nel tempo, alcune fattibili e concrete, altre più fantascientifiche. C’è chi ha proposto reti spaziali per catturare i relitti, chi satelliti spazzini, chi astronavi in grado di avvicinarsi ai relitti più grandi per farli deorbitare bruciare nell’atmosfera...

Un cannone laser. In un articolo scientifico apparso su Acta Astronautica gli ingegneri della UC Irvine hanno descritto un nuovo dispositivo che sarebbe in grado di ripulire completamente lo spazio attorno alla Terra dai detriti spaziali, a costi contenuti. E in modo spettacolare, quasi da film da fantascienza: sparando raggi laser da un cannone laser portato a bordo della Stazione spaziale internazionale.

Frammenti in orbita (ricosruzione artistica).

Spiega Toshiki Tajima, astronomo, che ha lavorato al progetto: «L’operazione sarebbe abbastanza semplice. Utilizzando un piccolo telescopio bordo della ISS si potrà individuare il relitto del quale ci si vuole liberare, poi con qualche colpo di laser lo si rallenta al punto da farlo precipitare nell’atmosfera terrestre, dove brucerebbe».

Sponsor cercasi. Un sistema laser in grado di essere portato sulla Stazione Spaziale Internazionale, secondo il ricercatore, è già alla portata delle agenzie spaziali (lo ha messo a punto lo stesso Tajima). «Ma la difficoltà - sostiene lo stesso astronomo - sta nel convincere qualcuno a prendersi carico del progetto, portare a bordo di un razzo il laser e pagare le spese di lancio». Un dettaglio non così insormontabile, se il progetto è davvero così semplice e risolutivo come afferma Tajima.

29 aprile 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us