Spazio

La Tesla Roadster fotografata dalla Terra

L'auto di SpaceX e il suo passeggero Starman sono ormai ufficialmente un veicolo spaziale, con tanto di coordinate celesti: e iniziano ora ad apparire nelle foto degli astrofili.

Lo abbiamo ammirato in primo piano - con la Terra sullo sfondo e il braccio fuori dal finestrino - subito dopo la partenza del Falcon Heavy. Ma ora Starman, il manichino-conducente della Tesla Roadster, l'auto che SpaceX ha spedito nello Spazio, è a tutti gli effetti un oggetto celeste, tracciabile con precise coordinate.

Identificabile con precisione. Gli scienziati del JPL HORIZONS, un database online della Nasa che raccoglie le effemeridi, ossia le coordinate per trovare i diversi oggetti del Sistema Solare, gli hanno fornito due nomi - Starman, e 2018-017A - nonché una descrizione che ne dettaglia aspetto e contenuto.

Seguendo queste informazioni, due astrofili (i primi tra tanti) sono già riusciti a fotografare auto e passeggero, che appaiono come un flebile puntino luminoso nel buio del cosmo. Adriano Valvasori da Siding Spring, Australia, ha catturato la Tesla Roadster spaziale la notte dell'8 febbraio, mentre l'auto si trovava a 493 mila km dalla Terra, non molto oltre l'orbita lunare, e si allontanava da noi alla velocità di 3,7 km al secondo.

La vedete nella foto in apertura cerchiata di rosso, nel riquadro ingrandito. L'auto che riflette la luce solare, appariva come una stella di magnitudine 16.

Il passaggio di 2018-017A (cioè della Tesla car e di Starman) in due diversi orari: la foto da Siding Spring, Australia. © Raymond Kneip via SpaceWeather.com

Anche la seconda foto (qui sopra) è avvenuta dall'osservatorio di Siding Spring: l'astrofilo Raymond Kneip ha ritratto l'auto-sonda 3 ore prima di Valvasori. «È uno degli oggetti più strani che abbia mai osservato con un telescopio», ha detto. E c'è da scommettere che in molti saranno curiosi di fare altrettanto. Se vi dovessero servire le coordinate del veicolo, cliccate su "change" nella finestra "Target Body" del JPL HORIZONS, e digitate "SpaceX" nel riquadro. Cliccate su "Generate Ephemeris" e saprete dove trovare Starman.

9 febbraio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us