Spazio

La mappa del traffico aereo visto dallo spazio attraverso il satellite Proba-V

Il satellite dell'ESA Proba-V, oltre a monitorare la crescita della vegetazione, offre anche una mappa del traffico aereo terrestre.

Sono ormai due anni che il satellite Proba-V orbita intorno alla Terra allo scopo di monitorare la crescita della vegetazione globale. L'ultima immagine che ha rilasciato, e che vedete qui sopra, è un po' diversa. È una mappa del traffico aereo realizzata raccogliendo dallo spazio i dati inviati dai trasponder di migliaia di aeroplani in volo. Per l'esattezza, in due anni di osservazione sono state registrate 25 milioni di posizioni ricavate da oltre 15mila velivoli differenti.

Un render di Proba-V in orbita.
Un render di Proba-V in orbita. © ESA–ATG Medialab

"Lavatrice" spaziale. Pur essendo minuscolo (è uno scatolotto con un volume inferiore al metro cubo), Proba-V è un piccolo gioiello tecnologico.

Progettato e costruito dall'Agenzia Spaziale Europea (ESA), Proba-V è il quarto satellite della serie PROBA, acronimo di Project for On-Board Autonomy. La lettera V non è dunque il numero romano 5, ma sta per vegetazione. Infatti il suo compito principale è monitorare la vegetazione globale: è in grado di raccogliere una vasta mole di dati e ogni due giorni può mappare la crescita della vegetazione di tutto il mondo con una risoluzione di 330 metri.

Controllo scientifico. Queste osservazioni sono fondamentali per controllare lo stato di salute della vegetazione e dei corsi d'acqua e monitorare eventuali "cicatrici" lasciate dagli incendi. I suoi dati e le sue immagini - oltre a essere di una rara bellezza, come si può vedere nella gallery qui sopra - sono fondamentali per valutare gli effetti del clima sulla vegetazione, gestire le risorse idriche superficiali, controllare l'agricoltura e stimare la sicurezza del cibo sul pianeta, in particolare nelle aree meno sviluppate.

Ti potrebbero interessare anche

8 maggio 2015 Aldo Fresia
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 31,90€
Follow us