Terra e Luna: il ritratto di famiglia di OSIRIS-REx

Poco più che due puntini nel buio dello Spazio: l'immagine catturata dalla sonda della Nasa durante il suo viaggio verso Bennu, l'asteroide che approccerà a partire da agosto 2018.

extra_large-1514977183-cover-image
La nostra casa celeste e la sua compagna, viste dalla sonda OSIRIS-REx.|NASA/OSIRIS-REx team and the University of Arizona

OSIRIS-REx, la sonda della Nasa che fra qualche anno riporterà sulla Terra un pezzo di asteroide, ha acquisito questa spettacolare immagine del nostro pianeta e della Luna lungo la strada.

 

La missione lanciata l'8 settembre 2016 è diretta verso Bennu, un masso spaziale che la sonda avvicinerà a partire dall'agosto 2018, a una distanza di circa 320 milioni di km dalla Terra. Per raggiungere la meta, OSIRIS-REx ha orbitato per un anno intorno al Sole, prima di passare accanto al nostro pianeta per sfruttarne la spinta gravitazionale.

pausa foto. Questa immagine composita è stata catturata durante questa manovra, il 2 ottobre 2017, quando la sonda si trovava a 5 milioni di km da noi (13 volte la distanza Terra-Luna). Per ottenere la foto che vedete sono state combinate tre immagini a diverse lunghezze d'onde acquisite dallo strumento MapCam, e la Luna è stata un po' schiarita affinché risultasse più visibile.

 

L'obiettivo. OSIRIS-REx dovrebbe agganciare l'orbita di Bennu a dicembre 2018. Nel 2020 un braccio robotico ne preleverà un campione di almeno 60 grammi da riportare a Terra (il più grosso dalle missioni Apollo), e a marzo 2021 la sonda inizierà il viaggio di ritorno, con la consegna del bottino prevista a settembre 2023. Gli asteroidi come Bennu sono residui della formazione del Sistema Solare: la speranza è rintracciare, sulla loro superficie, molecole organiche o precursori della vita.

 

04 Gennaio 2018 | Elisabetta Intini