La super Luna nella notte di San Lorenzo

La notte tradizionalmente dedicata alle stelle cadenti è stata rischiarata da una Super Luna, la più grande e brillante dell'anno. Una sovrapposizione di eventi che ha parzialmente oscurato la pioggia di Perseidi.

supermoon_10
La Luna dell'8 agosto 2014 fotografata da Monte Alegre do Sul, a San Paolo, Brasile.|Sinara Conessa

La notte del 10 agosto è stata caratterizzata da due, imperdibili appuntamenti per gli astrofili di tutto il mondo.

 

Il primo, come da tradizione, è stato quello con lo sciame meteorico delle Perseidi, che quest'anno si è presentato - puntuale - proprio per San Lorenzo. L'altra, un po' ingombrante, protagonista del cielo notturno è stata la super Luna di agosto, la Luna piena al perigeo che è sembrata più grande e più brillante del solito. Una "prima donna" che, con la sua luminosità, ha rubato la scena alle effimere scie di luce delle stelle cadenti.

Perché "super"? Di super Luna abbiamo parlato spesso: sappiamo che il termine è improprio e non piace agli astronomi, che preferiscono parlare di Luna piena al perigeo. Il nostro satellite segue un'orbita ellittica intorno alla Terra con un'estremità (perigeo) circa 50 mila chilometri più vicina alla Terra rispetto all'altra (apogeo). Quando la Luna piena coincide con il perigeo, a un osservatore terrestre sembra più grande e luminosa (tipicamente più grande del 14% e più luminosa del 30%).

un timing perfetto. Era già successo il 12 luglio e accadrà di nuovo il 9 settembre. Ma la super Luna del 10 agosto è stata, in un certo senso, speciale. La Luna piena si è verificata infatti non solo lo stesso giorno, ma addirittura nella stessa ora del perigeo. Alle 19.44 ora italiana, il nostro satellite ha toccato il perigeo più ravvicinato del 2014 (356.896 chilometri); 26 minuti più tardi, è entrato nella fase di Luna piena. Perché i due fenomeni si verifichino di nuovo a una distanza così ravvicinata, bisognerà aspettare fino al 2034.

Illusione lunare. Secondo gli esperti, questa super Luna è apparsa più grande del 16%. Ma l'occhio umano non è sufficientemente allenato per cogliere questa differenza: se il nostro satellite vi è sembrato gigantesco, è stato probabilmente a causa di un effetto ottico. Quando la Luna piena si trova all'orizzonte, il confronto con altri oggetti in lontananza come alberi e case la fa sembrare più grande. È quello il momento migliore per scattarle una foto: l'illusione è particolarmente visibile subito dopo il tramonto.

A ogni cosa il suo tempo. Il brillio della Luna piena ha reso più difficile individuare le scie delle Perseidi: ma niente paura, per osservare le stelle cadenti c'è tempo fino al 12-13 agosto. Ecco una mini guida per ammirarle al meglio.

11 Agosto 2014 | Elisabetta Intini