La sorella maggiore della Via Lattea

[caption id="attachment_3432" align="alignleft" width="580" caption="Immagine della galassia a spirale NGC 6744 nella banda visibile."][/caption] NGC 6744...

Immagine della galassia a spirale NGC 6744 nella banda visibile.

NGC 6744 è una galassia a spirale situata a circa 30 milioni di anni luce di distanza in direzione della costellazione australe del Pavone. È una galassia di dimensioni notevoli e si dispone quasi di faccia verso la nostra Galassia, cosicché si mostra ben evidente la sua struttura a spirale e un nucleo allungato che tradisce in realtà la "barra" tipica delle spirali barrate, su cui si avvolgono stretti i quattro bracci di spirale. Con un binocolo si può notare la sua presenza, mentre con un telescopio di una ventina di centimetri di apertura è possibile distinguere la sua elegante struttura. A causa del suo nucleo un po' allungato, è classificata come galassia a spirale intermedia, cioè una via di mezzo tra una galassia a spirale ed una galassia a spirale barrata. NGC 6744 è considerata una delle galassie più simili alla Via Lattea nelle nostre vicinanze, anche se il suo diametro è superiore di almeno una volta e mezzo. Nelle sue vicinanze si osserva una galassia molto più piccola (NGC 6744A), visibile in basso a destra, dall'aspetto irregolare e simile a una delle Nubi di Magellano, due delle galassie satelliti della Via Lattea.

Immagine della galassia a spirale NGC 6744 nell'ultravioletto. La galassia nana compagna NGC 6744A è visibile in basso a destra sovrapposta in prospettiva ad uno dei bracci di spirale, molto più evidenti rispetto all'immagine nel visibile. (NASA)

  L'immagine qui sopra, ripresa dal telescopio spaziale della NASA Galex (Galaxy Evolution Explorer), mostra NGC 6744 come appare nella banda ultravioletta dello spettro elettromagnetico. A queste lunghezze d'onda vengono messi in particolare luce gli enormi bracci di spirale che ospitano un gran numero di stelle giovani e calde che emettono la maggior parte dell'energia da loro prodotta nell'ultravioletto. Ciò permette di notare che la formazione di nuove stelle si verifica anche nelle regioni più esterne della galassia. Confrontando l'immagine visibile di NGC 6744 con quella ultravioletta, è facile notare come in quest'ultima i bracci di spirale appaiono molto più evidenti ed estesi.
01 Luglio 2013 | Mario Di Martino