Spazio

La prima mappa di Ganimede

Realizzata la prima mappa di Ganimede, la più grande luna del sistema solare. Ecco come aiuterà gli scienziati a conoscere meglio la storia dell'Universo.

A oltre 400 anni dalla sua scoperta anche Ganimede, uno dei satelliti di Giove e la più grande luna del Sistema Solare, ha la sua mappa. Osservata per la prima volta nel 1610 da Galileo, Ganimede negli ultimi anni è stata oggetto di numerosi studi. Un gruppo di scienziati del Wheaton College guidati da Geoffrey Collins ha combinato le migliori immagini di Ganimede collezionate dalle sonde Voyager 1 e 2 alla fine degli anni '70 e quelle della sonda Galileo scattate tra il 1995 e il 2003.

La storia in una mappa. Il collage è stato pubblicato fa dallo US Geological Survey e permette di apprezzare numerosi dettagli di questa luna ghiacciata. «La mappa illustra l'incredibile varietà geologica di Ganimede e aiuta a fare ordine nell'apparente caos della sua superficie», spiega Robert Pappalardo (JéPL, NASA). «Questo complesso lavoro permetterà agli scienziati di decifrare l'evoluzione di questo mondo fatto di ghiaccio e servirà come base per programmare le prossime esplorazioni di questa luna». Quando? Beh, ci sarà da aspettare ancora qualche anno: l'ESA ha infatti in programma il sorvolo di Ganimede nel 2032, nel corso della missione Jupiter Icy Moons Explorer.

Tutte le lune in una. Secondo gli scienziati che hanno collaborato alla realizzazione della mappa, Ganimede ha vissuto tre principali ere geologiche: durante la prima la sua superficie è stata bersaglio di grandi meteoriti e detriti cosmici di varia natura, nella seconda ha subito profonde modificazioni tettoniche mentre nell'ultima la sua attività geologica sembra essersi di molto rallentata. Con una superficie che è circa la metà di quella terrestre, Ganimede offre agli scienziati la possibilità di studiare praticamente tutti i fenomeni geologici che si manifestano sulle altre lune ghiacciate: questa mappa, grazie al grande livello di dettaglio, permetterà quindi di verificare numerose ipotesi formulate negli ultimi anni.

21 febbraio 2014 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us