Focus

La nuova stella e i sette pianeti (di cui uno nano)

239817
Sistemi extraplanetari |

Gli scienziati dell' ESO hanno scoperto un nuovo sistema solare che sembra essere il più simile al nostro mai osservato fino ad oggi. Si trova a più di un milione di miliardi di km da noi, ma porta la firma dello stesso processo di formazione.
(Focus.it, 26 agosto 2010)


Un team di astronomi dell'ESO, l'Osservatorio Australe Europeo di la Silla (Cile) ha scoperto quello sembra essere il sistema solare più simile al nostro mai osservato fino adoggi, e probabilmente anche quello con il maggior numero di pianeti. Si trova a 127 anni luce di distanza dalla Terra, nella costellazione meridionale del Hydrus, o del Serpente Marino ed é composto da almeno cinque pianeti in orbita attorno alla stella HD10180. Ma ricercatori avrebbero le prove della presenza di due altri due corpi celesti: se questo dato fosse confermato, quello di HD10180 sarebbe il primo sistema con 7 pianeti mai scoperto.

Cinque giganti...
Gli scienziati hanno inziato a studiare questa stella sei anni fa utilizzando lo spettrometro HARPS installato sul grande telescopio di la Silla. Le 190 misurazioni della sua posizione hanno permesso agli astronomi di rilevare una serie di movimenti della stella riconducibili al complesso sistema di attrazioni gravitazionali esercitate sul corpo celeste da almeno cinque o sei pianeti con masse simili a quella di Nettuno, tra le 13 e le 25 masse terrestri, e con periodi di rivoluzione tra 6 e 600 giorni.


Il campo gravitazionale del pianeta provoca un leggero moto oscillatorio nella sua stella ospite, che può essere rilevato grazie all'analisi dello spettro di radiazioni emesse dalla stella stessa. (© ESO/L. Calçada)

...e un nano
>, afferma Christophe Lovis, autore dell'articolo che presenta la scoperta.
Uno sarebbe un pianeta simile a Saturno con un’orbita di circa 2.200 giorni. L'altro sarebbe il pianeta extrasolare pi? piccolo mai scoperto: ha una massa pari a circa 1,4 volte quella della Terra ed é molto vicino alla sua stella ospite. E ha anche una rivoluzione molto veloce: un "anno" su questo pianeta dura solo 1,18 giorni Terrestri. >, dice Damien Ségransan, un membro del team.
Questo nuovo sistema solare ha una serie di caratteristiche che lo rendono unico. Oltre ad essere il più affollato di pianeti dopo il nostro - fino ad ora si conoscevano sistemi extrasolari con al massimo 3 o 5 pianeti - non ha giganti gassosi simili a Giove. Inoltre tutti i pianeti presentano orbite quasi circolari.

Ordine cosmico
Ma ciò che pi? ha affascinato gli scienziati é che le distanze dei pianeti dalla loro stella sembrano seguire uno schema simile a quello rilevabile nel Sistema Solare. Potrebbe essere "la firma" del processo di formazione di questi sistemi planetari>> dichiara Michel Mayor, uno degli astronomi che ha effettuato la scoperta.
Studiando HD 10180 i ricercatori hanno inoltre rilevato l'esistenza di una relazione tra la massa di un sistema planetario e il contenuto chimico della sua stella: i sistemi molto grandi e massicci ruotano attorno a stelle molto grandi e ricche di metalli, mentre quelli più piccoli hanno come sole stelle piccole e povere di metalli.
Esplora il sistema planetario di HD 10180.

Scopri le 8 meraviglie del Sistema Solare
.
L'Universo come non si era mai visto prima.

 

26 agosto 2010