Spazio

La nuova mappa della gravità terrestre

Il nuovo satellite della Agenzia Spaziale Europea (ESA) Gravity field and steady-state Ocean Circulator Explorer (GOCE) ci ha fornito finalmente una mappa...

Gravity field and steady-state Ocean Circulator Explorer

Si tratta del primo modello globale della gravità del nostro pianeta ed è basato sui dati raccolti da GOCE in soli 2 mesi.

Si definisce “geoide” una superficie normale in ogni punto alla direzione della verticale, cioè alla direzione della forza di gravità.

La conoscenza precisa del geoide è di fondamentale importanza per riuscire a misurare con precisione la circolazione dei oceani, il cambio dei livelli dei mari, e la dinamica che sta dietro ai cambiamenti nello spessore dei ghiacci, tutti influenzati adesso dal cambiamento climatico.

La nuova mappa del campo gravitazionale terrestre, rilevato dal satellite GOCE. Le regioni colorate in azzurro-celeste sono quelle in cui sono state registrate anomalie negative di gravità, viceversa per quelle colorate in giallo-arancione.

Tutto questo migliorerà moltissimo la nostra conoscenza della struttura interna della Terra, e verrà usato come un punto di riferimento di gran lunga migliorato per gli studi sui oceani e sul clima, inclusi i cambiamenti del livello dei mari, la circolazione oceanica, e le dinamiche relative alle calotte polari.

Il satellite può misurare accelerazioni infinitesime, fino a valori pari a 1 su 10.000.000.000 della gravità presente sulla Terra.

GOCE vola ad un’altezza di soli 255 km, un vero record per un satellite in orbita a lungo termine intorno alla Terra.

Il motivo di ciò è che più bassa è l’altitudine migliori sono i dati che vengono raccolti.

Per ottenere delle immagini pulite, non deve essere presente alcun disturbo dovuto al movimento di parti mobili, quindi l’intero satellite è un unico dispositivo di misurazione estremamente sensibile.

29 giugno 2010 Mario Di Martino
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us