Spazio

La nascita di un pianeta in diretta

Il telescopio spaziale Spitzer sta osservando la formazione di un pianeta roccioso a 1200 anni luce da noi.

Il telescopio spaziale Spitzer potrebbe aver osservato la collisione tra due asteroidi in orbita attorno a una giovane stella: si tratta di un evento eccezionale perchè le polveri e i frammenti di roccia originati dallo scontro potranno, in tempi cosmici, fondersi e dar vita una nuovo pianeta roccioso.

In passato gli scienziati avevano già potuto osservare le nuvole di materiale prodotte da questi urti ma ora, per la prima volta, hanno a disposizione le immagini dei momenti immediatamenti precedenti e successivi all’impatto.

Vedo non vedo. Lo scontro è avvenuto a 1.200 anni luce da noi, nella costellazione della Vela, tra due pianetini in orbita attorno a NGC 2547 DB, una stella di appena 35 milioni di anni di età.

Gli astronomi tengono sotto controllo questa regione dello spazio già dal 2012: sfortunatamente nell’agosto di quell’anno la Terra si è "nascosta" dietro al Sole impedendo le osservazioni che sono riprese solo a gennaio 2013. In quei sei mesi qualcosa però era cambiato: era comparsa una nuvola di polvere cosmica che suggeriva l’ipotesi di un grande scontro tra corpi celesti. E ora questa nube di materia potrebbe trasformarsi in un pianeta.

Spitzer: le foto più belle
VAI ALLA GALLERY (N foto)


Mondi di polvere. I pianeti rocciosi come la Terra si formano a partire da nuvole di polvere e roccia in orbita attorno a una stella giovane. Il movimento continuo favorisce l’aggregazione dei detriti che si trasformano in corpi sempre più grandi, come fiocchi di neve che rotolano uno sull’altro fino a formare una palla. Ora, sempre grazie a Spitzer, gli astrofisici potranno seguire in diretta l’evoluzione di questa nube di materia la cui densità si sta progressivamente riducendo man mano che i granelli di polvere si aggregano in oggetti più grandi.

L’occhio agli infrarossi del telescopio permetterà agli scienziati di rilevare i più piccoli cambiamenti nelle emissioni luminose della stella e, di conseguenza, del pianeta in formazione.

Le difficoltà di questo studio sono comunque notevoli. Le prime sono di tipo… geometrico: la posizione della nube di polvere, stretta e allungata, rende infatti difficile la lettura delle emissioni agli infrarossi da parte di Spitzer.

L'uomo e il cielo: una storia d'amore che dura secoli
VAI ALLA GALLERY (N foto)

2 settembre 2014 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us