Spazio

La mano robotica che fa le prove nello spazio

In questi giorni è in prova, sulla Stazione spaziale internazionale, una mano "bionica" capace di maneggiare attrezzi con precisione e sollevare pesi senza sforzi. Potrebbe aiutare gli astronauti del futuro, ma non solo.

Si chiama Human Grasp Assist ed è un guanto robotico che, grazie a una serie di sensori, motorini elettrici e tendini artificiali, riesce a imitare il comportamento di una mano umana. In particolare, consente di impugnare un attrezzo più a lungo e con minore sforzo per i muscoli.

Le prove sulla Stazione spaziale

Col “soprannome” di guanto K o Robo-glove è stato utilizzato nell’ambito del progetto Robonaut2, il primo robot umanoide (realizzato in collaborazione da General Motors e Nasa) a essere lanciato nello spazio: al momento Robonaut2 si trova a bordo della Stazione spaziale internazionale (vedi video alla fine di questa notizia), dove da qualche settimana conduce esperimenti per mettere alla prova la sua sensibilità, la sua precisione e il livello di abilità manuale.

Com'è fatto?
Il sistema pesa circa 900 grammi, viene alimentato da una batteria agli ioni di litio. Nelle punte di ogni dito sono presenti sensori di pressione che “sentono” quando l’astronauta sta afferrando un attrezzo: in una frazione di secondo, i tendini sintetici si ritirano e spostano le dita in posizione di presa.

Il futuro della mano robotica
I risultati sono molto incoraggianti: è stato calcolato che, nel corso delle sue attività, un astronauta arriva ad applicare forze dell’ordine di 7-9 kg, che con l’uso del guanto robotico si ridurrebero a 3 o 4, facendo diminuire, di conseguenza, l'affaticamento e il rischio di infortuni.
In futuro il guanto robotico potrebbe avere applicazioni molto... terrestri, in particolare in campo industriale, facilitando la vita di chi compie lavori manuali e riducendo il rischio di incidenti dovuti a sollecitazioni ripetute.

A proposito di robot “spaziali”: foto, video e altre curiosità su Focus.it

15 marzo 2012 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us