Spazio

Roscosmos: la fine della sonda Phobos-Grunt

La sonda, che doveva raggiungere Marte e la sua luna, Phobos, non ha mai iniziato il lungo viaggio: è bruciata nel rientro incontrollato a Terra.

Dopo due mesi e una settimana è terminata la breve vita della sonda Phobos-Grunt, il cui ambizioso obiettivo era quello di prelevare e riportare sulla Terra campioni di suolo da Phobos, il più grande dei satelliti di Marte: la sonda è bruciata in atmosfera alle 18:45 ora italiana, nei cieli del Pacifico sud-orientale, a circa 1.300 km a ovest dell’isola di Wellington (Cile meridionale).

La conferma arriva da fonti russe, americane e dell’Agenzia spaziale europea (Esa), i cui esperti stanno controllando i dati relativi all’impatto con l’atmosfera e all’eventuale caduta di frammenti. In precedenza l’agenzia spaziale russa Roscosmos aveva indicato genericamente l’Atlantico meridionale come zona dell’impatto.

marte, pianeta rosso, sistema solare
Le ultime tre orbite della sonda: quella centrale è l'ultima prima dell'ingresso in atmosfera. © Roscosmos

La sonda era stata lanciata lo scorso 8 novembre dal cosmodromo russo di Baikonur, in Kazakistan, assieme a un piccolo satellite cinese.

Phobos-Grunt non ha mai preso la strada per il Pianeta Rosso a causa del malfunzionamento dell’ultimo stadio del vettore Fregat (è la motivazione ufficiale), che l’aveva portata su di un orbita di parcheggio attorno alla Terra. Tutti i tentativi fatti per risolvere il problema sono falliti e la sonda ha iniziato una lenta discesa incontrollata che l’ha infine portata inesorabilmente a bruciare in atmosfera. Con ogni probabilità alcuni frammenti sono finiti nell’oceano. Prima di precipitare, la sonda Phobos-Grunt ha sorvolato l'Italia. Secondo la Protezione Civile, la probabilità che un frammento cadesse sul nostro Paese era dell'1,7%.

15 gennaio 2012 Mario Di Martino
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Napoleone tenne in scacco tutte le monarchie d'Europa. Poi, a Waterloo, la resa dei conti. Chi erano i nemici dell'imperatore dei francesi? Come formarono le alleanze e le coalizioni per arginarlo? E perché tutti temevano la Grande Armée? Su questo numero, la caduta di Napoleone raccontata attraverso i protagonisti che l'hanno orchestrata.

ABBONATI A 29,90€

Miliardi di microrganismi che popolano il nostro corpo influenzano la nostra salute. Ecco perché ci conviene trattarli bene. E ancora: come la scienza affronta la minaccia delle varianti di CoVID-19, e perché, da sempre, l'uomo punta al potere. Inoltre, in occasione del 20° anniversario della sua seconda missione in orbita, l’astronauta italiano Umberto Guidoni racconta la sua meravigliosa odissea nello spazio.

ABBONATI A 29,90€

Vi siete mai chiesti quante persone stanno facendo l'amore in questo momento nel mondo? O quante tradiscono? E ancora: Esistono giraffe nane? Cosa sono davvero le "scie chimiche" degli aerei? E quanto ci mette il cibo ad attraversare il nostro copo? Queste e tante altre domande & risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola tutti i mesi. 

ABBONATI A 29,90€
Follow us