Spazio

La fotografia astronomica più grande della storia

Un radiotelescopio grande come l'intero pianeta Terra scatterà una foto che potrebbe rivoluzionare la Teoria della Relatività Generale.

Un team di scienziati dell'Università dell'Arizona sta lavorando alla realizzazione del più potente radiotelescopio del mondo: sarà grande come l'intero pianeta Terra e permetterà di esplorare le regioni remote dell'Universo.
No, non è un pesce d'aprile fuori stagione: la realizzazione dell'Event Horizon Telescope sarà resa possibile dalle moderne tecnologie digitali, che permetteranno agli astronomi di collegare tra loro 50 tra i migliori radiotelescopi terrestri.

Tutti per uno

Dalle Hawaii al Polo Nord, dal Sud America all'Europa, i più grandi strumenti d'osservazione esistenti diventeranno parte di un unico, immenso, telescopio virtuale. Se fosse reale, questo supertelescopio dovrebbe avere un diametro di oltre 12.000 km.
Lo strumento sarà puntato verso il centro della nostra galassia, in una regione distante 26.000 anni luce da noi – 2,5 x1018 km – dove si suppone esista un grande buco nero supermassivo con massa pari a 4 milioni di volte quella del Sole.
La distanza che lo separa dalla Terra lo rende però invisibile agli occhi degli osservatori: cercarlo nello spazio con i comuni sistemi di esplorazione celeste è come tentare di avvistare, a occhio nudo, una palla da golf sulla Luna.
Fino ad oggi nessuno è mai riuscito a fotografare un buco nero: il loro campo d'attrazione gravitazionale è così intenso da catturare tutto ciò che si trova nelle vicinanze: polvere, gas e persino la luce.

Einstein sotto esame

I risultati di questo esperimento daranno modo agli scienziati di verificare sul campo una parte della Teoria Generale della Relatività di Einstein, secondo la quale le polveri e i gas nei pressi di un buco nero – l'unica cosa che il supertelescopio riuscirà a fotografare visto che il buco nero, di per sé, è per l'appunto... nero – formano un circolo perfetto. Se questa forma dovesse risultare anche solo minimamente distorta, bisognerà ripensare gran parte delle ipotesi formulate dello scienziato tedesco.

20 gennaio 2012 Franco Severo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us