Spazio

L'Europa nello spazio a caccia di materia oscura

Nei prossimi 7 anni due nuove missioni spaziali tutte europee tenteranno di chiarire alcuni tra i più misteriosi fenomeni cosmici.

Due nuove missioni recentemente annunciate dall'Agenzia Spaziale Europea faranno luce, o almeno ci proveranno, su due fenomeni cosmici tra i più affascinanti e misteriosi: gli effetti del vento solare sui pianeti e l'origine della materia oscura.

Missione... bollente
Solar Oribiter, la prima delle due spedizioni, partirà alla volta del Sole nel 2017 e si avvicinerà alla superficie della nostra stella più di ogni altra sonda realizzata fino ad oggi.
Analizzerà da vicino i processi fisici che producono i brillamenti solari per scoprirne le cause e permettere agli scienziati di metterci al riparo dai loro effetti potenzialmente distruttivi. Il vento solare è infatti formato da particelle elettricamente cariche (il Sole durante la sua normale attività ne perde circa 800 milioni di kg al secondo) che viaggiano ad altissima velocità verso il nostro pianeta: quando lo raggiungono possono creare seri problemi alle linee elettriche e ai sistemi di navigazione.

Chiarire la materia oscura
Alla sonda Euclide sarà invece affidato lo studio di fenomeni molto meno visibili ma altrettanto importanti. Molto più simile ad un telescopio spaziale, questa missione sarà lanciata nel 2019 con l'obiettivo di indagare sull'espansione dell'Universo e sulla formazione della materia oscura.
Euclide spingerà i suoi occhi elettronici fino a 10 miliardi di anni luce verso le regioni più esterne del cosmo e tenterà di ricostruire i processi che hanno portato alla sua espansione.
Per ognuna delle due missioni l'ESA sosterrà un costo di circa 470 milioni di euro.

28 ottobre 2011 Franco Severo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us