Spazio

Juno, la prima foto dall'orbita di Giove

La JunoCam funziona bene e ha inviato il primo ritratto "di famiglia" del gigante con le sue lune.

La JunoCam è sopravvissuta alla complessa manovra di inserimento di Juno nell'orbita di Giove, e ha inviato a Terra la prima foto della sua missione. Lo scatto a colori è stato acquisito il 10 luglio, a sei giorni dall'inserimento in orbita, da 4,3 milioni di chilometri da Giove.

Clicca sulla foto per ingrandire. © NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS

Foto di gruppo. L'immagine mostra il gigante gassoso con le sue peculiarità atmosferiche, come la suddivisione tra bande e zone e la Grande Macchia Rossa. Accanto, si osservano tre delle sue quattro lune principali: Io, Europa e Ganimede, da sinistra a destra. Callisto è invece fuori dal campo visivo.

Solo l'inizio. Lo scatto è ancora lontano dalle immagini ad alta risoluzione che lo strumento promette di inviare quando passerà sopra ai poli del pianeta, ma per quelle occorrerà aspettare ancora qualche settimana. La JunoCam continuerà ad acquisire immagini di Giove nel corso della sua prima orbita di 53,5 giorni, ma le prime foto in alta risoluzione arriveranno il 27 agosto (guarda anche il filmato di avvicinamento della sonda al pianeta).

Tabella di marcia. Mentre il team di missione tira un sospiro di sollievo sul funzionamento della fotocamera-telescopio, sopravvissuta al primo bombardamento di radiazioni gioviane, si sta effettuando in questi giorni un check-up degli altri strumenti di bordo. Da qui ad ottobre, la sonda sarà impegnata in compiti di calibrazione, prima di tuffarsi nel vivo della sua attività scientifica.

Incontro ravvicinato. Nel frattempo, dopo una prima orbita larga, una nuova spinta dei motori dovrebbe condurla in un abbraccio più stretto, in un percorso orbitale di soli 14 giorni, a una distanza minima di 4.100 km dal limite dell'atmosfera di Giove.

13 luglio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us