Spazio

Hayabusa e Ryugu: la grande impresa del falco pellegrino giapponese

La sonda giapponese è scesa per la seconda volta sull'asteroide per prelevare un campione di suolo: la missione è stata completata con successo.

Dopo tante preoccupazioni, i tecnici, gli ingegneri e gli scienziati dell'Agenzia spaziale giapponese (Jaxa) questa notte sono riusciti a far atterrare per la seconda volta la sonda Hayabusa 2 sulla superficie dell'asteroide 162173 Ryugu e a farle raccogliere un altro campione di suolo da riportare a Terra. Poi la sonda si è staccata e si è riportata a una quota sicura, dove stazionerà in attesa di ulteriori ordini. Nelle settimane scorse si era discusso molto se procedere o meno con la missione programmata: la seconda discesa della sonda presentava molte criticità, una volta preso atto dell'inattesa natura estremamente accidentata del terreno sull'asteroide e un campione era già stato prelevato con il touchdown del febbraio scorso, ma alla fine si era deciso di procedere.

Jaxa, Hayabusa 2: l'asteroide 162173 Ryugu
Una foto scattata dalla Hayabusa 2 nella notte tra il 10 e l'11 luglio 2019, durante la discesa sull'asteroide Ryugu. © Jaxa

La manovra è durata ore: l'Hayabusa (falco pellegrino) è stata fatta scendere a una velocità prossima allo zero, quindi, quando si è trovata a 30 metri di quota, la sonda ha individuato il bersaglio luminoso bianco che era stato rilasciato a 20 metri di distanza dal piccolo cratere artificiale prodotto nell'aprile scorso proprio con lo scopo di prelevare un campione di materiale non di superficie, perciò presumibilmente inalterato fin dalla formazione dell'asteroide stesso.

Seguendo l'indicatore, la sonda ha toccato la superficie di Ryugu quando in Italia erano le 3:15 circa: a quel punto, con un meccanismo robotizzato, della polvere è stata prelevata e riposta all'interno della sonda. Quando l'Hayabusa sarà ritornata a Terra sapremo anche quanta polvere è stata prelevata e se ce n'è a sufficienza per distribuirla a vari laboratori. L'ultima fase della missione prevede adesso che l'Hayabusa 2 faccia scendere sull'asteroide il micro rover MINERVA-II, che raccoglierà informazioni direttamente dalla superficie: il rover si muoverà sull'asteroide a piccoli salti, uno ogni 15 minuti, per spostarsi di una quindicina di metri.

11 luglio 2019 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us