Spazio

Il viaggio di Armstrong verso la Luna ricreato a suon di tweet

Twittando una frase commemorativa con hashtag #onesmalltweet si contribuisce a far avanzare un Apollo 11 virtuale di 100 miglia.

Quando l'artefice del grande passo per l'umanità è venuto a mancare, il 25 agosto scorso, in molti hanno pensato di rendere omaggio alla sua memoria attraverso i social network. Ispirati da questo bagaglio di tributi virtuali i responsabili della biblioteca e museo John F. Kennedy di New York, in collaborazione con l'agenzia pubblicitaria americana Martin Agency hanno lanciato un'iniziativa, One Small Tweet, per ricordare Neil Armstrong attraverso Twitter, ma in un modo singolare.

Scopo della campagna è ricreare il viaggio dell'astronauta verso la Luna utilizzando il flusso di "cinguettii". Chiunque twitti una frase commemorativa seguita dall'hashtag #onesmalltweet contribuirà a far avanzare l'ipotetico Apollo 11 di 100 miglia, l'equivalente di circa 160 chilometri. Il tweet apparirà sul sito dell'iniziativa, onesmalltweet.com, insieme alla distanza coperta fino a quel momento: mentre scriviamo siamo a quota 160.938 miglia, pari a 258.949 chilometri. La meta si trova a 384.400 chilometri e la speranza degli organizzatori è che l'ultimo tweet sia scritto dai parenti del cosmonauta.
Già nel 2009 la biblioteca e museo newyorkese aveva lanciato l'iniziativa- tributo We Choose the Moon, la ricostruzione virtuale, con video e documenti dell'epoca, della missione Apollo 11 in occasione del 40esimo anniversario dell'allunaggio.

Ti potrebbero interessare anche:

Neil Armstrong, la biografia di un eroe
Apollo 11, la missione che cambiò la Storia (video)
Armstrong, foto inconsuete e divertenti mai viste
Tutti gli uomini che hanno messo piede sulla Luna

17 settembre 2012 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us