Il Sole sta bene; la fisica un po' meno

Gli elusivi neutrini provenienti dal Sole sono meno del previsto. Perché?

20021213115032_14

Il Sole sta bene; la fisica un po' meno
Gli elusivi neutrini provenienti dal Sole sono meno del previsto. Perché?
L'interno del KamLAND, lo strumento giapponese rivelatore di neutrini.
L'interno del KamLAND, lo strumento giapponese rivelatore di neutrini.
Un imponente strumento di ricerca in Giappone è riuscito a capire finalmente una parte della sorte dei neutrini, le sfuggenti particelle che arrivano da ogni stella (o da ogni fonte di radiazioni, come le centrali nucleari) ma passano attraverso i nostri corpi quasi senza toccarci. In un enorme deposito riempito di purissimo olio per bambini un team di ricerca internazionale, dopo 150 giorni di osservazione degli antineutrini provenienti dalle centrali nucleari giapponesi e coreane, ha scoperto solo 54 particelle invece degli 87 previste. Questo significa che alcuni degli antineutrini che hanno colpito l'osservatorio (chiamato KamLAND) hanno cambiato natura; si sono trasformati, in particolare, da antineutrini elettronici in antineutrini mu o tau, non rilevabili. Proprio come accade per i neutrini "veri" che provengono dal Sole, studiati da molto tempo. Ma questa carenza di antineutrini non era giustificata, a meno che le particelle stesse non violassero il cosiddetto Modello Standard, la teoria di base che governa l'interazione tra particelle fisiche. Una delle conseguenze della scoperta è proprio che i neutrini non obbediscono al Modello Standard; che dovrebbe, prima o poi, essere modificato.

(Notizia aggiornata al 14 dicembre 2002)

13 Dicembre 2002