Spazio

Il razzo Starship di SpaceX è partito (ma poi è esploso in volo)

Il gigantesco razzo Starship di SpaceX è partito dalla base di Boca Chica per il suo primo test di volo orbitale. Dopo 4 minuti il test si è interrotto per l'esplosione del razzo.

L'attesissimo primo test di volo orbitale per la navicella Starship si è concluso circa 4 minuti dopo il lancio, al momento della separazione tra primo e secondo stadio, si è verificata l'esplosione del razzo, per motivi che SpaceX non ha ancora comunicato. Si tratta comunque di uno dei possibili scenari che erano stati messi in preventivo dai tecnici della compagnia spaziale privata: del resto anche durante i primi voli di prova del secondo stadio, condotti negli anni scorsi, era accaduto che la navicella fosse esplosa in volo o in fase di atterraggio. Era in una certa misura previsto.

Secondo tentativo. Il lancio del razzo Starship di SpaceX è avvenuto dopo che, nel primo tentativo dello scorso 18 aprile, il conto alla rovescia era stato interrotto a circa 40 secondi dal decollo, per un problema di pressurizzazione. Anche oggi a circa 20 secondi dal lancio il countdown era stato messo in pausa, ma poi era stato riavviato subito dopo

Si trattava del primo test di volo "integrato" della navicella Starship (denominata Starship SN24) con il razzo Super Heavy (prototipo Booster 7).

SpaceX ha mostrato comunque una certa moderazione circa l'esito della prova.

Se la separazione fosse andata a buon fine, il primo stadio sarebbe ricaduto in modo controllato nel mare al largo del Texas. Starship avrebbe proseguito sorvolando l'Oceano Atlantico, l'Africa e passando poco più a nord dell'Australia, per poi tuffarsi nel mare a nord delle isole Hawaii.

Questo il video della partenza.

Qui sotto invece un riassunto dei momenti più salienti del volo.

20 aprile 2023 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us