Spazio

Il più antico dei pianeti

Lontanissimo, grandissimo, antichissimo. Una vera rarità tra i pianeti, scoperto dal telescopio Hubble.

Il più antico dei pianeti
Lontanissimo, grandissimo, antichissimo. Una vera rarità tra i pianeti, scoperto dal telescopio Hubble.

Il pianeta di 13 miliardi di anni vede da lontano le due stelle attorno alle quali ruota.© NASA e G. Bacon.
Il pianeta di 13 miliardi di anni vede da lontano le due stelle attorno alle quali ruota.
© NASA e G. Bacon.

Scoperto dal telescopio spaziale Hubble, il pianeta ha una serie di caratteristiche assolutamente eccezionali. Prima di tutto è sicuramente il più antico dei pianeti scoperti. Dovrebbe avere almeno 13 miliardi di anni, ed essere nato quindi molto prima di quanto pensassero gli astronomi. Questo perché la luce che proviene da questo pianeta ci è arrivata dopo 13 miliardi di anni. Anche il sistema solare ci sui fa parte è molto peculiare, perché è composta da una nana bianca e una pulsar; la prima è una stella che ha quasi finito la sua vita e si è contratta fino a diventare piccola e molto luminosa. La seconda, la pulsar, è invece una stella strana che emette a intervalli regolari impulsi di onde radio.
Ipotesi da rifare. Sia il pianeta che le stelle sono all'interno di un gruppo globulare di corpi celesti chiamato M4; come altri gruppi globulare, questo è povero di elementi, e quindi gli astronomi pensavano che non fosse possibile la formazione dei pianeti. Il nuovo pianeta smentisce quest'ipotesi, così come quella che era impossibile la nascita di nuovi pianeti nei primi miliardi di anni dell'universo.
Il pianeta, che ha una massa due volte e mezza quella di Giove, è dunque la dimostrazione che la nascita di corpi celesti intorno alle stelle non è un processo così raro come si pensava, o che debba per forza avvenire in zone ricche di elementi pesanti. Sarebbe quindi possibile che ci siano molti più pianeti del previsto nell'intero universo. Anche se quelli in cui la nascita della vita è possibile sono sempre pochi.

(Notizia aggiornata al 15 luglio 2003)

11 luglio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us