I vincitori dell'Astronomy Photographer of the Year 2014

Viste mozzafiato della Terra dallo spazio, eclissi lunari, manti stellati che si stagliano sui parchi naturali più belli del mondo. Questo e altro nelle foto decretate vincitrici dall'Osservatorio Astronomico di Greenwich nel consueto concorso Astronomy Photographer of the Year.  Scopri i vincitori degli anni scorsi.

L'aurora sopra il ghiacciaio - vincitore assoluto e della sezione "La Terra e lo Spazio" - Il verde vivido dell'Aurora che si staglia sopra il parco nazionale islandese di Vatnajökull e si riflette nel ghiacciaio ha consegnato la vittoria all'autore di questa foto strepitosa. Tutto sembra immobile, ma lassù gli archi dell'Aurora sono plasmati dalle forze del campo magnetico terrestre. Se passate dalle parti di Greenwich, le foto saranno in mostra gratuitamente fino a febbraio.

Tracce di stelle sul parco eolico - secondo classificato nella sezione "La Terra e lo Spazio" - Quest'immagine, scattata in Australia nei pressi della città di Bungendore, rappresenta il parco eolico del lago George sovrastato dal cielo in movimento.

Moon Balloon - menzionato nella sezione "La Terra e lo Spazio" - Questa foto è stata scattata con l'aiuto di un pallone sonda lanciato dal Colorado. Dall'altitudine raggiunta (26 mila metri) si vede la curvatura della Terra, con le Montagne Rocciose ridotte a piccole increspature sulla superficie.

La Luna occulta Venere - menzionato nella sezione "La Terra e lo Spazio" - Nel 2012 O Chul Kwon è riuscito a fotografare l'occultazione di Venere da parte della Luna, ed ecco qui il risultato.

Eclissi solare sopra le nuvole - menzionato nella sezione "La Terra e lo Spazio" - Lo spettacolo dell'eclissi solare totale fotografato da un aereo, a 3200 metri sopra Turkana, in Kenya.

Nebulosa Testa di Cavallo - vincitore della sezione "Spazio profondo" - La Nebulosa Testa di Cavallo è uno dei soggetti più fotografati nel cielo notturno. L'autore in questo caso ha messo in rilievo il paesaggio di polvere e gas circostante per creare un ritratto molto originale secondo i giudici della competizione.

Nebulosa Elica - secondo classificato nella sezione "Spazio profondo" - Un occhio gigantesco ci spia da 700 anni luce. Si tratta della Nebulosa Elica, una delle nebulose planetarie più vicine alla Terra.

Ai piedi di Orione - menzionato nella sezione "Spazio profondo" - Quest'immagine rappresenta la NGC 1999, un'area situata sotto la Cintura di Orione, spesso trascurata perché così vicina a obiettivi molto più popolari, ma altrettanto interessante.

California contro le Pleiadi - menzionato nella sezione "Spazio profondo" - Ecco le Pleiadi, a destra nella fotografia, un ammasso di migliaia di stelle formate circa 100 milioni di anni fa. Sulla sinistra, la nube brillante di gas idrogeno è la Nebulosa California, così chiamata per la sua somiglianza allo stato americano.

Dettaglio della Nebulosa Velo - menzionato nella sezione "Spazio profondo" - La Nebulosa Velo è un resto di supernova nella costellazione del Cigno, distante circa 1470 anni luce. La nebulosa copre un'area del cielo circa 36 volte più grande della luna piena ed è tuttora in espansione.

Increspature nello stagno - vincitore della sezione "Il nostro sistema solare" - Questa foto rende assolutamente l'idea della violenta attività costantemente in corso sulla superficie del Sole. Quella "piccola increspatura" che vedete sulla sinistra potrebbe inghiottire la Terra in un sol boccone.

Il migliore dei crateri - secondo classificato nella sezione "Il nostro sistema solare" - Ecco a voi il cratere Tycho. Non è il più grande sulla Luna, ma si può vedere piuttosto chiaramente con il suo diametro di 86 km. Si è formato miliardi di anni fa a causa dell'impatto con un meteorite. Il picco visibile al centro del cratere si è probabilmente formato dal "rimbalzo" della roccia sottostante subito dopo l'impatto.

Fulcro solare - menzionato nella sezione "Il nostro sistema solare" - I movimenti serpeggianti della superficie del Sole danno l'impressione di un fiume placido, ma in realtà non sono che i segnali di una tempesta solare in agguato.

Eruzione al calcio - menzionato nella sezione "Il nostro sistema solare" - Nell'atmosfera solare vi sono lunghezze d'onda luminose violentissime emesse dagli ioni di calcio. Il fotografo è riuscito in questo scatto a isolarli.

Diamanti e rubini - menzionato nella sezione "Il nostro sistema solare" - Molte caratteristiche del Sole ci appaiono soltanto durante un'eclissi totale, quando la Luna blocca la sua luce accecante. Il fotografo ne ha tratto vantaggio e ha catturato il momento in cui una piccola parte del disco solare spunta dai bordi della Luna.

Nebulosa Testa di Cavallo - vincitore della sezione "Giovane astrofotografo dell'anno" - Ecco la Nebulosa Testa di Cavallo fotografata da due ragazzi di 15 anni.

Capodanno sopra Cypress Mountain - secondo classificato nella sezione "Giovane astrofotografo dell'anno" - Quale modo migliore per festeggiare il primo dell'anno? Emmett, 15 anni, ha fotografato un paesaggio immobile contornato dal cielo in movimento, con una Stella Polare ben visibile.

Territorio marziano - menzionato nella sezione "Giovane astrofotografo dell'anno" - All'occhio nudo Marte sembra una "semplice" stella rossa, ma con un telescopio abbastanza potente ecco rivelata la vera faccia del Pianeta, fotografata da Olivia, 10 anni.

Nebulosa Cuore - menzionato nella sezione "Giovane astrofotografo dell'anno" - La Nebulosa Cuore, così chiamata per la somiglianza, nella forma e nel colore, con un cuore, dista circa 7500 anni luce nella Costellazione Cassiopea.

La luna dietro gli alberi - menzionato nella sezione "Giovane astrofotografo dell'anno" - La natura terrestre e il nostro satellite si mescolano l'una nell'altro.

Eclissi solare ibrida - vincitore della sezione "L'uomo e lo spazio" - Il Sole e la Luna sprofondano insieme dietro la savana kenyota, legati da un'eclissi in cui la Luna si staglia sul disco solare. L'eclissi ha avuto luogo nel novembre del 2013.

Anime perdute - secondo classificato nella sezione "L'uomo e lo spazio" - La luce zodiacale sembra sorgere dall'orizzonte come una piramide in cui Venere è il suo apice. Il tutto si riflette nel lago australiano di Kati Thanda-Lake Eyre.

Scalinate litoranee - premio speciale "Sir Patrick Moore per il miglior principiante" - Le formazioni rocciose del distretto di Wairarapa in Nuova Zelanda creano un meraviglioso contrasto con la Via Lattea.

NGC 3718 - premio speciale "Telescopio robotico" - Ripresa dal Ranch Hidalgo in Animas, New Mexico, la NGC 3718 si trova nella Costellazione dell'Orsa Maggiore e una delle sue peculiarità è la forma a spirale.

L'aurora sopra il ghiacciaio - vincitore assoluto e della sezione "La Terra e lo Spazio" - Il verde vivido dell'Aurora che si staglia sopra il parco nazionale islandese di Vatnajökull e si riflette nel ghiacciaio ha consegnato la vittoria all'autore di questa foto strepitosa. Tutto sembra immobile, ma lassù gli archi dell'Aurora sono plasmati dalle forze del campo magnetico terrestre. Se passate dalle parti di Greenwich, le foto saranno in mostra gratuitamente fino a febbraio.