I poster dalla Nasa che celebrano le sonde Voyager

Esattamente 40 anni fa, il 5 settembre e il 25 agosto del 1977, partivano le sonde Voyager 1 e Voyager 2. La Nasa celebra l'anniversario con questi poster. Leggi anche la storia delle due sonde.

voyager_modern_postervoyager_disco_postergrand_tourApprofondimenti
voyager_modern_poster

Le due sonde gemelle Voyager, lanciate nel 1977, sono i nostri ambasciatori nella Via Lattea: destinate a orbitare il centro della nostra galassia per miliardi di anni anche dopo aver smesso di comunicare con la Terra. Il 25 agosto 2012, Voyager 1 è diventato il primo oggetto creato dall'uomo a entrare nello spazio interstellare e Voyager 2 dovrebbe attraversare questo confine nei prossimi anni. A 40 anni di distanza le sonde Voyager sono i veicoli spaziai più longevi (non hanno ancora smesso di funzionare) e hanno ancora molto da scoprire. Questo manifesto cattura lo spirito di esplorazione, la vastità dello spazio e la meraviglia che ha alimentato questo ambizioso viaggio verso i pianeti più esterni del Sistema Solare e oltre.

voyager_disco_poster

Grazie alle sonde gemelle Voyager, la musica è veramente universale: ognuna di loro trasporta un disco d'oro che contiene immagini, suoni e canzoni.
Questo poster, con lo stile della disco music e degli anni '70 - quando le Voyager iniziarono il loro viaggio e quel genere si affermò in tutto il mondo- è un omaggio ai più grandi successi della missione. Tra le scoperte più straordinarie dei primi 40 anni ci sono i vulcani sulla luna di Giove Io, l'atmosfera nebulizzata della luna di Saturno Titano e i geyser freddi sulla luna di Nettuno Tritone. Voyager 1 fu anche la prima navicella spaziale a offrire un ritratto dei nostri pianeti oltre Nettuno e a riprendere la Terra come un pallido punto blu. A partire dal 25 agosto 2012, è entrata nello spazio interstellare.

grand_tour

La missione Voyager ha approfittato di un allineamento dei pianeti esterni che si verifica ogni 175 anni. Un'occasione d'oro per iniziare un gran tour del sistema solare. Le due sonde hanno rivelato dettagli mai visti prima di Giove, Saturno, Urano e Nettuno - usando la gravità di ogni pianeta per accelerare fino alla destinazione successiva. Grazie alla missione Voyager è stato possibile impostare altre ambiziose missioni come quella Galileo (intorno a Giove) e Cassini (intorno a Saturno). Ancora oggi ci restituiscono dati e informazioni molto preziose sullo spazio interstellare e sui confini del sistema solare.

Le due sonde gemelle Voyager, lanciate nel 1977, sono i nostri ambasciatori nella Via Lattea: destinate a orbitare il centro della nostra galassia per miliardi di anni anche dopo aver smesso di comunicare con la Terra. Il 25 agosto 2012, Voyager 1 è diventato il primo oggetto creato dall'uomo a entrare nello spazio interstellare e Voyager 2 dovrebbe attraversare questo confine nei prossimi anni. A 40 anni di distanza le sonde Voyager sono i veicoli spaziai più longevi (non hanno ancora smesso di funzionare) e hanno ancora molto da scoprire. Questo manifesto cattura lo spirito di esplorazione, la vastità dello spazio e la meraviglia che ha alimentato questo ambizioso viaggio verso i pianeti più esterni del Sistema Solare e oltre.