Hayabusa 2, la sonda giapponese è partita

Hayabusa 2 è partita con successo dopo due rinvii per il maltempo. Obiettivo: atterrare su un asteroide e  riportare a Terra campioni del suolo.

dtmanage.000000020141203134356455-1
Il razzo H2A con a bordo Hayabusa 2 mentre decolla dal centro spaziale di Tanegashima.

L'agenzia spaziale giapponese ha lanciato nello spazio la sonda Hayabusa 2. Il lancio, rinviato due volte a causa del maltempo, è avvenuto con successo dalla base di Tanegashima, nel sud del Giappone.

 

La missione della sonda Hayabusa 2, che in giapponese significa "falco pellegrino", è tra le più ambiziose mai concepite. La sonda raggiungerà l’asteroide 1999 JU3 nel 2018, atterrerà sulla sua superficie depositando diversi rover per raccogliere campioni del suolo. Poi ripartirà alla volta della Terra dove è attesa per il 2020 con il suo prezioso carico di pezzi di asteroide.

 

Maggiori informazioni sulla missione si trovano in questo articolo scritto poco prima della partenza.

03 Dicembre 2014