Gli Ufo invadono il Messico?

Ufo in Messico: undici palle di fuoco hanno seguito e affiancato un aereo dell'aviazione militare messicana.

200451416934_5

Gli Ufo invadono il Messico?
Ufo in Messico: undici palle di fuoco hanno seguito e affiancato un aereo dell'aviazione militare messicana.
Un'immagine del video girato sull'aereo militare messicano: impossibile per il pilota seguire gli oggetti che sono scomparsi ad altissima velocità.
Un'immagine del video girato sull'aereo militare messicano: impossibile per il pilota seguire gli oggetti che sono scomparsi ad altissima velocità.
Un video reso pubblico dall'esercito messicano sta infervorando il dibattito tra gli appasionati e studiosi di Ufo: undici oggetti non identificati il  5 marzo scorso scorrazzavano per i cieli dello stato sud-orientale di Campeche (Messico). Durante una ricognizione sulle tracce dei narcotrafficanti, sono comparsi sui radar di un aereo. Si muovevano apparentemente in formazione e a una velocità spaventosa. Cos'erano?
Le videocamere a luci infrarossi installate sull'aereo sono state puntate su di loro e gli oggetti sono stati seguiti per alcuni minuti, stando alle dichiarazioni del pilota.
I globi visibili nel video non sono stati captati con un contatto visivo, ma solo con gli infrarossi: segno che si trattava sicuramente di oggetti con una certa temperatura.

Ufo? Tutto da vedere.
Si tratta di un fenomeno di cui nemmeno il ministero della Difesa messicano, per voce del colonnello Francisco Aguilar, è riuscito a dare spiegazione logica dell'accaduto. Grande interesse ha riscosso tra gli esperti ufologi, tra cui il messicano Jaime Maussan, per il quale la conferma di fonti ufficiali sarebbe la garanzia del fatto che non si tratterebbe di un falso avvistamento. “L'evento merita sicuramente un approfondimento”, ammette anche Paolo Toselli del Centro italiano studi ufologici (Cisu), secondo il quale è fondamentale innanzitutto capire quali fossero le condizioni climatiche e meteo di quel momento. “Sarebbe interessante anche conoscere i primi riscontri fatti direttamente dalle forze armate e soprattutto poter visionare l'intero video che è stato dichiarato durare ben 15 minuti, contro i pochi secondi resi pubblichi”. Un caso interessante, insomma, sul quale vanno eseguite precise verifiche.
Sul prossimo numero di Focus, in edicola il 10 giugno 2004, tutti gli aggiornamenti su questa vicenda, con gli eventuali sviluppi e il parere degli esperti.

(Notizia aggiornata al 14 maggio 2004)

14 Maggio 2004