Spazio

Gli astronauti risentono del jet lag?

Con 16 albe e altrettanti tramonti in 24 ore, gli astronauti hanno problemi di jet lag?

In genere no, nonostante le 16 albe e i 16 tramonti cui assistono ogni giorno gli astronauti non soffrono di jet lag. Per garantire all’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) un normale ritmo sonno-veglia, gli esperti hanno messo a punto una routine quotidiana basata su una giornata terrestre di 24 ore (tempo medio di Greenwich).

Pasti, attività sportive, riunioni e chiamate alla famiglia avvengono in orari prestabiliti; 10 ore sono destinate al lavoro, 8 al sonno. Il sabato è dedicato a pulizia e manutenzione, la domenica al riposo. I ritmi serrati riducono al minimo la necessità di aiuti chimici come la melatonina, ormone che regola i ritmi circadiani, o i farmaci tranquillanti, che rischierebbero di compromettere la reattività dei cosmonauti.

Samantha Cristoforetti nel suo letto sulla ISS.

È inoltre allo studio l’influenza della luce colorata: quella rossa (tipica dei raggi solari mattutini e tardo pomeridiani) sembra conciliare il sonno; quella blu – la lunghezza d’onda delle ore diurne – favorisce l’allerta.

Che cos'è il jet lag. Il jet lag è un insieme di disturbi che colpiscono chi viaggia in aereo, e quindi molto velocemente, su distanze che implicano cambiamenti di uno o più fusi orari in breve tempo.

L’organismo è sincronizzato internamente su un ritmo di 24 ore (ritmo circadiano), dovuto all’alternanza di luce e buio e alle abitudini di vita. Su di esso si organizza tutta l’attività del corpo: alternanza sonno-veglia, oscillazione nelle 24 ore della temperatura, della pressione arteriosa e della secrezione di diversi ormoni.

4 settembre 2017
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us