Spazio

Occhi al cielo: sta per arrivare il grande spettacolo delle Geminidi, le stelle cadenti di dicembre

La sera e la notte del 14 dicembre potremo vedere lo sciame meteorico delle Geminidi. Ecco come osservare le stelle cadenti invernali al meglio.

Forse meno note della "pioggia di meteore" di agosto" 2023, le meteore di dicembre possono comunque offrire una grande spettacolo per chi vuole sfidare il freddo delle sere invernali. Ogni dicembre infatti, si verifica il ritorno dello sciame meteorico delle Geminidi, quest'anno particolarmente promettente poiché il picco cade durante la Luna nuova. Il risultato? Il cielo notturno sarà molto scuro dal momento in cui le Geminidi diventano visibili nella tarda serata, fino a quando la luce dell'alba illumina l'orizzonte. E più il cielo è scuro, migliore è lo spettacolo.

Appuntamento con lo strano Fetonte. Le stelle cadenti si verificano quando granelli di polvere colpiscono l'atmosfera terrestre, bruciando a oltre 80 chilometri di altezza. Più grande o veloce è la grana del pulviscolo, più luminoso sarà il flash risultante.  E questo si verifica perché, mentre la Terra gira intorno al Sole, passa continuamente attraverso flussi di polvere e detriti lasciati dietro sé da asteroidi e comete. Quando si imbatte in questi sciami di polveri, la quantità di particelle che entra nell'atmosfera aumenta, e nasce uno "sciame meteorico". E ogni anno a dicembre, la Terra attraversa un flusso di detriti lasciato da un asteroide chiamato (3200) Fetonte. Si tratta di un oggetto insolito. Si muove su un'orbita molto allungata che lo porta molto più vicino al Sole di Mercurio e più lontano di Marte. Di conseguenza, viene alternativamente cotto e congelato così che la superficie si frantuma, spargendo polvere nello spazio.

Geminidi
Il cielo sopra Milano attorno alle 3 del mattino del 15 dicembre.

100 meteore l'ora. La polvere emessa si è diffusa attorno all'orbita di Fetonte e ogni volta che la Terra raggiunge l'orbita di quell'oggetto, e passa attraverso il tubo di detriti dando vita allo sciame meteorico delle Geminidi. La Terra impiega diverse settimane per attraversare i detriti lasciati da Fetonte e per gran parte di quel periodo, le Geminidi rimangono un evento minore. Tuttavia, per due o tre notti, verso la metà di dicembre, attraversa la parte più densa del "torrente di pulviscoli". Nel nostro emisfero, le Geminidi producono più di 100 meteore all'ora.

Il momento migliore per guardare. Una pioggia di meteoriti può essere vista solo quando la parte della Terra su cui ci si trova è rivolta verso il flusso. Ciò significa che per le Geminidi non si vedranno meteore finché la costellazione dei Gemelli non sorgerà rispetto alla posizione in cui ci si trova.

Più si è a nord del Pianeta e prima alla sera si alzerà il "radiante". Questo è il punto del cielo da cui sembrano irradiarsi le meteore. Più il radiante è alto nel cielo, più si è rivolti verso il flusso e più meteore si potranno vedere. Il momento migliore sarà la sera e la notte del 14 dicembre. Detto questo, esiste la possibilità di vedere alcune Geminidi anche le sere precedenti e seguenti il 14 dicembre, ogni volta che il radiante è sopra l'orizzonte, con tassi rispettabili già un'ora dopo il sorgere del radiante.

Sdraiati con gli occhi in su. Per esperienza, il modo migliore per individuare le meteore è trovare e guardare verso il radiante (ossia vero la costellazione dei Gemelli) e seguire la costellazione durante la notte. Idealmente si dovrebbe guardare in alto con un angolo di circa 45 gradi da terra. Sdraiarsi dunque, è la cosa migliore.

12 dicembre 2023 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us