Galassia nana scoperta in orbita attorno alla Via Lattea

La nuova galassia satellite appena scoperta è poco definita e poco luminosa, ma potrebbe essere la quarta più grande, alla distanza di 116 kiloparsec dal Sole.

via-lattea
Un ramo della Via Lattea sul lago Calamone a Ramiseto (RE): foto di Vincenzo Zucconelli, lettore di Focus.|Focus/Vincenzo Zucconelli

La nostra Galassia, la Via Lattea, non è una galassia qualunque. Non lo sarebbe neppure se non ospitasse la vita (quantomeno la nostra), perché benché piccola rispetto a tanti "mostri" dell'Universo (vedi Le galassie-mostro e la piccola Via Lattea) è così ampia (circa 100.000 anni luce) e così ricca di massa da esercitare sullo Spazio circostante una profonda influenza. Nell'area del suo campo gravitazionale, per esempio, ci sono numerose altre galassie che le fanno da satelliti e le orbitano attorno come fossero pianeti di una stella.

 

Un team di astronomi coordinati da Gabriel Torrealba (University of Cambridge, UK) ha scoperto la quarta più grande di queste galassie satelliti a circa 380.000 anni luce di distanza dal Sole (116 kiloparsec): è la galassia nana Crater 2, nella costellazione del Cratere, che si aggiunge alle 48 galassie satelliti finora note influenzate dal campo gravitazionale della Via Lattea.

 

Le Nubi di Magellano e le loro polveri interstellari secondo Planck. | ESA and the Planck Collaboration

Le galassie nane sono la classe di agglomerati più comune nell'Universo. Sono di debole luminosità, con confini poco definiti, composte da pochi miliardi di stelle e ampie anche solo un centesimo della Via Lattea e sono perciò generalmente difficili da identificare.

 

La galassia nana del Sagittario, scoperta nel 1994, è la più estesa tra i satelliti della Via Lattea, in particolare perché è deformata e allungata nella nostra direzione proprio dall'attrazione gravitazionale che la Galassia esercita su di essa. Subito dopo ci sono le Nubi di Magellano, i due più grandi e luminosi satelliti che orbitano attorno alla Via Lattea.

 

La nostra più vicina galassia satellite si trova a 163.000 anni luce (50 kiloparsec), la più lontana a 717.000 anni luce (220 kiloparsec), mentre la più vicina grande galassia indipendente, simile alla Via Lattea, è Andromeda, a 2.282.000 anni luce dal Sole (700 kiloparsec).

 

Crater 2 era finora sfuggita all'osservazione perché è molto rarefatta, le sue stelle sono cioè molto distanziate l'una dall'altra, e questo rende ancora più difficile misurarla. Secondo Torrealba, l'ampiezza della parte di Crater 2 da cui ci arriva il 50% della sua luminosità (half-light diameter) potrebbe essere di appena 7.000 anni luce.

 


Vedi anche

 

 

20 Aprile 2016 | Raymond Zreick