Le foto del primo lancio del Falcon Heavy

Il foto racconto di un'impresa epica: il lancio sperimentale del Falcon Heavy, il più potente razzo di SpaceX che ha portato un automobile nello spazio.

40126461411_a6e49a61f2_kipa_10888803ipa_1089024540126462801_6486baa31e_k25254688767_b67e0bf2ac_kipa_10888982nm99tipa_10892830fheavy-profileipa_10888978fheavy2018-02-0623-09-12fh_tesla_roadsteripa_1089279199429242ipa_1089024440126460511_ba24c1f2b5_k40126461851_8e5910f71a_k40126462231_c11129efbe_kApprofondimenti
40126461411_a6e49a61f2_k

Il 6 febbraio 2018 è una data storica per l'aviazione spaziale: è la data del lancio di prova del Falcon Heavy, l'enorme razzo di SpaceX pensato per portare enormi carichi in orbita terrestre, lunare e persino marziana.

ipa_10888803

Il Falcon Heavy è partito dalla rampa di lancio 39A del Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida. È la stessa dalla quale partirono molti voli Apollo verso la Luna e gli Space Shuttle. Un lancio storico da una rampa storica.

ipa_10890245

Come spiega Paolo Attivissimo, il Falcon Heavy è al momento attuale il lanciatore operativo più potente del mondo: eroga 2270 t di spinta ed è capace di portare in orbita bassa terrestre circa 64 tonnellate. Il Saturn V (1968-1973, 3450 t di spinta, 140 t di carico), l’Energia russo (100 t di carico) e lo Shuttle (1270 t di spinta) erano più potenti, ma non volano più. Il concorrente più vicino attualmente operativo è il Delta Heavy (28,3 t di carico).

40126462801_6486baa31e_k

Un'altra importante differenza tra il Falcon Heavy e gli altri lanciatori è il fatto che si basa sul riutilizzo dei 3 razzi che lo compongono. Questo abbassa notevolmente i costi di ogni singolo lanciatore. Falcon Heavy costa circa 90 milioni di dollari: molto meno di tutti i concorrenti, attuali e passati, e solo 30 in più di un Falcon 9 standard. Un Delta Heavy costa circa 400 milioni e un SLS costa circa 500 o più. In conferenza stampa Elon Musk ha spiegato che il costo di sviluppo del progetto Falcon Heravy è stato di circa mezzo miliardo di dollari, interamente finanziati da SpaceX.

25254688767_b67e0bf2ac_k

I due stadi esterni sono tornati sulla terraferma, a Cape Canaveral, con un perfetto atterraggio sincronizzato mai visto prima

ipa_10888982

I due primi stadi esterni avevano già volato: uno a maggio 2016, l'altro a luglio 2016.

nm99t

Il Falcon centrale non è riuscito a riaccendere i tre motori necessari per la frenata e l'appontaggio sulla piattaforma galleggiante OCISLY (Of Course I Still Love You) nell'Oceano Atlantico, al largo della Florida. Si è schiantato in mare a circa 500 km/h, nei pressi della piattaforma che è stata leggermente danneggiata dall'incidente.

ipa_10892830

Recuperare i primi stadi dei Falcon - nella foto - e riutilizzarli è l'aspetto più importante di SpaceX: è l'unica strada per ridurre i costi dei lanci spaziali e l'azienda di Elon Musk è finora l'unica a essere riuscita a farlo.

fheavy-profile

Il diagramma che spiega le diverse fasi del complesso lancio-atterraggio-messa in orbita del carico (vedi dopo). È stato fatto un tentativo di recuperare l’enorme carenatura della zona di carico usando dei paracadute, ma senza successo.

ipa_10888978

La traiettoria del secondo stadio è stata studiata per attraversare le fasce di Van Allen per inerzia, senza propulsione e per un periodo di circa cinque ore. Il motivo è stato quello di dimostrare che il razzo possiede i requisiti per lanciare i satelliti militari statunitensi che prevedono l'inserimento diretto in orbita geosincrona.

fheavy2018-02-0623-09-12

Questo non è un fotomontaggio. È la Tesla Roadster personale di Elon Musk che si allontana da Terra. A bordo c'è un manichino con indosso una tuta spaziale di quelle in preproduzione per gli astronauti futuri di SpaceX. Non contiene sensori.

fh_tesla_roadster

La Roadster è montata nella carenatura in assetto inclinato, con una telecamera frontale e una laterale montata su bracci, come si vede nella foto. Il secondo stadio su cui è montata ruota su se stesso e dunque le immagini che arrivano dalle telecamere sono sempre diverse - e si potevano vedere in diretta durante le prime fasi del volo.

ipa_10892791

Musk ha pubblicato questa foto dopo il lancio. È uno dei componenti elettronici dell'auto su cui è scritto "fatto sulla Terra da umani". Geniale... e scaramantico.

99429242

Sul cruscotto Tesla c’è un'altrapiccola Tesla Roadster che ha a bordo un piccolo pilota. E sullo schermo del computer di bordo della Tesla c'è la scritta "Don't panic!", una citazione dal libro "Guida galattica per autostoppisti".

ipa_10890244

Elon Musk ha annunciato che l’orbita definitiva della Tesla Roadster la farà viaggiare ciclicamente fra l’orbita della Terra e quella della fascia di asteroidi tra Marte e Giove, quindi ancora più lontano delle previsioni iniziali

40126460511_ba24c1f2b5_k

Prima del lancio, Elon Musk ha dichiarato che il Falcon Heavy non verrà qualificato per voli con equipaggi, per cui l’annunciato volo privato intorno alla Luna non si farà.

40126461851_8e5910f71a_k

Considerato il successore del razzo lunare Saturn V, e due volte più potente di qualunque vettore concorrente, è alto 70 metri e pesa circa 1,4 milioni di kg a pieno carico. Può trasportare un carico di 63 tonnellate in orbita bassa intorno alla Terra e di 16 sul Pianeta Rosso.

40126462231_c11129efbe_k

Il suo primo stadio è composto da tre booster derivati dal primo stadio del Falcon 9: i suoi 27 motori generano una spinta di circa 2.300.000 kg forza. SpaceX ha già previsto altri 2 lanci del Falcon Heavy: uno a marzo e uno a giugno.

Il 6 febbraio 2018 è una data storica per l'aviazione spaziale: è la data del lancio di prova del Falcon Heavy, l'enorme razzo di SpaceX pensato per portare enormi carichi in orbita terrestre, lunare e persino marziana.