Spazio

Rosetta e 67/P: problemi nei due voli ravvicinati

Due mesi di incontri molto ravvicinati tra la sonda dell'Esa e la cometa: fly-by ad altezze variabili, fino ad appena 6 km di distanza, e in almeno un caso Rosetta ha rischiato di essere messa fuori uso.

Mentre sta per ripartire un secondo tentativo di ascolto del possibile risveglio del robot Philae, che è atterrato sulla cometa il 12 novembre 2014, la sonda Rosetta, che continua imperturbabile a ruotare attorno a 67/P, il 14 febbraio è stata fatta avvicinare fino a 6 km dalla superficie, mentre lo scorso 28 marzo era a 14 km d’altezza.

In entrambi i casi i dati raccolti sono stati numerosi e sono al vaglio degli scienziati, ma nel corso dei due passaggi ravvicinati vi sono stati problemi tecnici. Nel primo alcuni strumenti si sono temporaneamente spenti, nel secondo la sonda ha avuto notevoli problemi di navigazione, tanto da avere difficoltà a puntare l'antenna verso Terra, così che è entrata in uno stato che i tecnici chiamano “safe mode” e che pone gli strumenti in sand-by finché da Terra non viene ripreso il controllo.

Uno spettacolare paesaggio della cometa ripreso da 14 km d'altezza. Si notano, massi di varie dimensioni, crateri, strati e zone pianeggiante ancora non spiegate. Crediti: Esa © Esa

Sempre più attiva. La causa di tutto ciò è da ricercare nell’aumento dell’attività della cometa, che si avvicina sempre più al Sole. I getti di gas che si innalzano violentemente dalla superficie della cometa colpiscono i pannelli solari di Rosetta e creano una notevole resistenza all'avanzamento. E le polveri fanno perdere agli strumenti di navigazione i reali riferimenti di puntamento, ossia le stelle: le polveri stesse vengono in qualche modo "interpretate" come stelle, e la sonda impazzisce. Quando Rosetta si è trovata in queste condizioni di navigazione proibitive, per riportare tutto alla normalità ci sono volute più di 24 ore.

Si rivedono i piani. Negli ultimi giorni, dopo che la sonda era stata portata a 400 km dalla cometa, è stata attuata una manovra di riavvicinamento e oggi (mercoledì 8 aprile 2015) sta scendendo lungo una traiettoria che la porterà a 140 km da 67/P.

Nel frattempo si sta verificando l’efficienza di tutti gli strumenti. Stando ai programmi la sonda dovrebbe fare altri voli ravvicinati, e quando l’attività dei getti sarà al massimo dovrebbe attraversarne uno per raccogliere informazioni. Ma dopo quanto è successo, i tecnici dell’Esa stanno valutando se mantenere questo piano di lavoro.

La cometa 67/P ripresa da 89,9 km d'altezza. Si osservano con sempre maggiore chiarezza gli sbuffi di gas e polveri che lasciano la cometa. Crediti: Esa © Esa

C'è ancora speranza per Philae. Intanto con l’avvicinarsi al Sole aumentano le probabilità che Philae si risvegli, e la speranza (o l'aspettativa) possa mandare ancora informazioni è elevata: tutte le "orecchie" artificiali disponibili vigilano sui segnali che possono arrivano da lassù.

8 aprile 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us