Spazio

Fast radio burst: nuove ipotesi sull'origine dei lampi radio veloci

C'è una nuova spiegazione per il fenomeno delle emissioni radio rapide e ad altissima energia che ogni tanto capita di captare da una qualche regione dello Spazio.

I fast radio burst (FRB, lampo radio veloce) sono fenomeni astrofisici di alta energia che si manifestano attraverso impulsi radio transitori, molto brevi, della durata di millesimi di secondo o meno, e possono "arrivare" senza alcun preavviso da qualunque punto dello Spazio senza più ripetersi.

Sono queste caratteristiche che li rendono misteriosi, intriganti e terribilmente difficili da intercettare - semplicemente perché potremmo non vederli: non abbiamo modo di tenere sotto controllo ogni segmento di Spazio attorno alla Terra. Per fortuna c'è però un'eccezione: FRB 121102, l'unica sorgente di FRB, tra le 25 finora intercettate, che si ripete nel tempo.

fast radio burst, FRB, lampi radio veloci
FRB 121102 è una sorgente di FRB che fa eccezione: di tanto in tanto si fa risentire.

FRB 121102, in una galassia a 3 miliardi di anni luce da noi, è un'occasione più unica che rara per chi studia il fenomeno nella speranza di capire da che cosa nasce l'impulso radio ed è il "sorvegliato speciale" del radiotelescopio di Arecibo (Porto Rico). Questa costante sorveglianza ha avuto ricadute interessanti e inaspettate.

Quanto ha raccolto la potente antenna, i cui dati sono poi stati confermati dal radiotelescopio di Green Bank, ha permesso a un gruppo internazionale di radioastronomi di fare nuove ipotesi su ciò che causa l'emissione radio, molto più concrete delle precedenti - basate su deduzioni teoriche. A capo del team, Daniele Michilli, astrofisico all'istituto di radioastronomia olandese Astron e all'Università di Amsterdam.

Finora si riteneva che il fenomeno fosse originato da un magnetar, ossia una stella di neutroni immersa in un campo magnetico molto intenso. Secondo il nuovo studio il segnale proviene invece da una stella di neutroni in orbita attorno a un buco nero supermassiccio. Si tratta di una "configurazione" mai riscontrata prima d'ora e, se confermata, spiegherebbe la ripetitività dei lampi radio di FRB 121102.

Visione artistica di un magnetar. Vedi il vagito del magnetar è un lunghissimo lampo gamma. © NASA/Swift/Aurore Simonnet, Sonoma State Univ.

Come ci siamo arrivati? Le "firme" dell'ambiente d'origine dei lampi radio prodotti da FRB 121102 che hanno attirato l'attenzione di Michilli e colleghi sono essenzialmente due. La prima è la loro durata brevissima, meno di un millisecondo. «Uno dei risultati del nostro studio», spiega, «è che abbiamo trovato il burst più corto mai osservato, appena qualche decina di microsecondi - ossia milionesimi di secondo. Per generare un segnale radio così breve, la sorgente deve essere estremamente piccola, con una regione d'emissione di circa 10 chilometri: questo ci porta appunto a una stella di neutroni.»

La seconda caratteristica peculiare è quella che in inglese viene chiamata twisting: una sorta di "attorcigliamento" impresso sulla polarizzazione del segnale da un fenomeno noto come rotazione di Faraday, che si verifica quando un'onda radio attraversa plasma altamente magnetizzato, ed è questo che permette di costruire lo scenario (da verificare, lo abbiamo detto) di una stella di neutroni in orbita attorno a un buco nero.

16 gennaio 2018 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us