Spazio

ExoMars può continuare, stanziati i finanziamenti

La seconda parte della missione, che invierà un rover su Marte nel 2020, ha ottenuto i fondi necessari, nonostante le sorti di Schiaparelli. Ma ad altri progetti non è andata altrettanto bene.

La missione ExoMars è, almeno dal punto di vista finanziario, salva. La partenza in salita con lo schianto del lander dimostrativo Schiaparelli sul Pianeta Rosso non ha impedito ai vertici dell'ESA di approvare i finanziamenti necessari alla seconda parte della missione, che vedrà l'Europa far atterrare un rover su Marte nel 2020.

Alla ministeriale dell'Agenzia spaziale europea, che si è tenuta a Lucerna l'1 e 2 dicembre, sono stati stanziati 436 milioni di euro per ExoMars 2020. Gli stati membri hanno messo a disposizione 339 milioni di euro, mentre i 97 restanti saranno ricavati dall'ESA ridistribuendo fondi interni.

Note dolenti. Meno bene è andata a un altro progetto, l'Asteroid Impact Mission (AIM), che prevedeva il test di alcune manovre di deviazione del satellite di un vicino asteroide, per studiare come spostare possibili detriti celesti in rotta di collisione con la Terra. La missione non ha ottenuto i finanziamenti necessari ed è stata cancellata.

Il successo ottenuto dal team di Rosetta è destinato a non avere seguito, almeno per un po' di tempo: l'Europa non avrà sonde su corpi celesti minori per i prossimi 15 anni.

Stazione Spaziale. Alla riunione è stata anche ufficializzata la partecipazione dell'astronauta italiano Luca Parmitano a una seconda missione sulla ISS, nel 2019. ESA, NASA, l'agenzia spaziale russa Roscosmos e la giapponese JAXA hanno infine confermato la volontà di continuare a mantenere e finanziare le attività orbitali sulla ISS fino al 2024.

5 dicembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us