A Tokyo come nello spazio

Un tavolo autoptico e sopra quel che resta di un piccolo alieno. Non siamo sul set di un remake del film Alien (1979), ma al Museo Nazionale della Scienza Emergente e dell’Innovazione di...

afp_000_hkg1354327_web
Un finto alieno al Museo Nazionale della Scienza Emergente di Tokyo.
Un tavolo autoptico e sopra quel che resta di un piccolo alieno. Non siamo sul set di un remake del film Alien (1979), ma al Museo Nazionale della Scienza Emergente e dell’Innovazione di Tokyo. Oltre 100 mila visitatori sono accorsi a quest’esposizione per cercare di capire se siamo davvero soli nell’universo. il modellino è "tagliato" su alcuni presunti extraterrestri che secondo qualcuno sarebbero atterrati a Roswell, negli Usa, nel 1947 (vedi anche il "Roswell Ufo Festival" che si festeggia tutti gli anni). Ci sono poi ricostruzioni di esseri molto più reali, come le creature marine che abitano le profondità degli oceani e che a qualcuno ricordano mostri alieni (guardali in un video).
Una sezione dedicata alle forme di comunicazione con gli altri pianeti chiude la mostra. Qui i visitatori possono incontrare alcuni scienziati intenti a spedire messaggi nello spazio in attesa che qualcuno risponda.
Scopri anche il primo messaggio spaziale inviato nel 1974 ad altri mondi.

[E. I.]
19 Giugno 2008 | Elisabetta Intini