Spazio

Tre mondi come la Terra scoperti attorno a una piccola stella

Sono rocciosi e ruotano velocemente attorno a una debole stella rossa.

Tre pianeti con dimensioni simili alla Terra sono stati scoperti in un sol colpo da un'equipe di astronomi guidata da Michaël Gillon, dell'Institut d'Astrophysique et de Géophysique dell'università di Liegi (Belgio). Utilizzando il network di telescopi TRAPPIST (TRAnsiting Planets and PlanetesImals Small Telescopes) per osservare la stella 2MASS J23062928-0502285, ora nota anche come TRAPPIST-1, nella costellazione dell'Aquario, hanno individuato una variazione di luce dovuta proprio al passaggio dei pianeti davanti alla stella.

TRAPPIST-1 è una stella nana ultrafredda: molto più fredda del Sole e molto più piccola, con dimensioni di poco maggiori di Giove. È un tipo di stella comune nella Via Lattea e si stima che sia di questa classe circa il 15% delle stelle nei dintorni del Sole. Spiega Emmanuël Jehin, astrofisico, uno degli autori della scoperta: «È la prima volta che si trova un pianeta attorno a simili stelle. Finora l'esistenza di mondi rossi in orbita intorno a stelle nane ultrafredde era solo teorizzata, ma ora abbiamo addirittura un intero sistema planetario attorno a una di queste fioche stelle rosse».

Questo montaggio mostra il Sole e la nana ultrafredda TRAPPIST-1 a confronto, in scala. La debole nana ultrafredda ha un diametro dell'11% rispetto al Sole e il suo colore è molto più rosso. © ESO

Studiare i vicini. L'importanza della scoperta è sottolineata da Gillon: «I sistemi intorno a queste stelle minuscole sono gli unici in cui possiamo effettivamente cercare tracce di vita, almeno con le nostre attuali tecnologie: per cercare la vita, dobbiamo iniziare da qui». In questo caso, gli astronomi cercheranno indizi di vita studiando l'effetto che l'atmosfera dei pianeti in transito ha sulla luce della stella che raggiunge la Terra. Per pianeti della dimensione della Terra, di solito questo effetto minuscolo è sopraffatto dalla luce della stella stessa e solo nel caso di stelle piccole e fredde come TRAPPIST-1 l'effetto ha qualche possibilità di essere osservato e studiato.

Due dei pianeti hanno un periodo orbitale (rivoluzione attorno al loro sole) di 1,5 e 2,4 giorni terrestri, mentre il periodo del terzo è incerto, forse compreso tra 4,5 e i 73 giorni. «Periodi orbitali così brevi indicano che i pianeti si trovano da 20 a 100 volte più vicini alla loro stella rispetto alla distanza tra Terra e Sole. La struttura di quel sistema planetario è, in scala, molto più simile al sistema delle lune di Giove che al Sistema Solare», spiega Gillon.

Anche se le orbite di quei pianeti sono così vicine alla stella, i due più interni ricevono solo due-quattro volte la quantità di radiazione che riceviamo sulla Terra perché la stella è molto più debole del Sole. Rispetto alla teorica zona abitabile sono troppo vicini alla loro stella, ma è possibile che abbiano comunque regioni abitabili.

3 maggio 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Qual è la "retta via" indicata dal Corano e dalla Sunna? Come si riflette la Sharìa – la legge divina islamica - sulla vita delle persone e sugli equilibri fra mondo musulmano e occidente? Viaggio nel fondamentalismo religioso, islamico e non solo, per capire cosa succede quando la parola di Dio viene presa alla lettera, non tiene conto dei cambiamenti storici e sociali e si insinua nella politica.

ABBONATI A 29,90€

Come sarà la città del domani? Pulita, tecnologica, intelligente, come quella in costruzione vicino a Tokyo. E in giro per il mondo ci sono altri 38 progetti futuristici che avranno emissioni quasi azzerate nel nome della salute e dell’ambiente. Inoltre, le missioni per scoprire Venere; come agisce la droga dello stupro sul cervello; il paradosso del metano, pericoloso gas serra ma anche combustibile utile per la transizione energetica.

ABBONATI A 29,90€
Follow us