Spazio

È possibile intercettare le onde gravitazionali del Big Bang?

Quello che avvenne un istante dopo il Big Bang avrebbe prodotto onde gravitazionali che, 13 miliardi di anni dopo, sarebbe ancora possibile rilevare. Non rimane che cercarle...

L’esistenza delle onde gravitazionali è ormai assodata: ora non rimane che cercarne altre per poter indagare nei misteri dei grandi fenomeni che avvengono nell’Universo, come lo scontro tra buchi neri e le stelle di neutroni. Ma c'è un obiettivo ancora più ambizioso: fin dal momento in cui vennero scoperte ci si chiese se mai avremmo potuto rilevare le onde gravitazioni prodotte dal Big Bang.

In teoria, sì. Con uno studio pubblicato su Physical Review Letters, ricercatori dell'università di Basilea (Svizzera) e del Max Planck Institut (Monaco, Germania) sostengono che le onde gravitazionali che si ebbero subito dopo il Big Bang (e per subito si intende quel che avvenne 10-35 (0,00000000000000000000000000000000001) secondi dopo l’esplosione) possono ancora oggi essere rilevate, se cercate nel modo giusto.

Physical Review Letters
Così viene rappresentato il movimento della particella inflatone, ossia un'oscillazione tra uno stato di alta ad uno di bassa energia.

Inflatoni, oscilloni e onde gravitazionali. Secondo la teoria più accettata che spiega la nascita dell’Universo, dopo 10-35 secondi dal Big Bang, l’Universo, che aveva una dimensione miliardi di volte più piccola di un protone (una particella che compone il nucleo degli atomi), si espanse fino a diventare grande come un pallone da basket.

Il fenomeno è stato chiamato inflazione (ossia espansione accelerata), innescata da un'ipotetica particella casualmente chiamata inflatone, la quale, oscillando tra stati di massima e minima energia, avrebbe determinato l'espansione dell'Universo e l'emissione di enormi quantità di radiazioni.

NASA
Le disomogenità dell'Universo primordiale e attuale vennero segnate dalla differenza di energia prodotta durante l'inflazione

Le irregolarità nella distribuzione della radiazione sarebbero la causa della disomogeneità della materia che costituisce l’Universo dei nostri giorni.

Oggi si ipotizza che le oscillazioni dell’inflatone, chiamate oscilloni, siano come onde che hanno portato l’Universo da uno stato iniziale a uno successivo, nel quale regnava la radiazione elettromagnetica.

In questo quadro di "meta-fisica" si inserisce la ricerca condotta da Francesco Cefalà, Stefano Orani e Stefan Antusch: le oscillazione degli inflatoni, gli oscilloni, produssero onde gravitazionali la cui intensità era tale che ancora oggi le si potrebbero rilevare. Esse, tra l’altro, avrebbero una frequenza assolutamente diversa da tutte le altre onde gravitazionali e quindi sarebbero “facili” da individuare.

La sfida è aperta e se si dovessero realmente trovare tracce di quell'evento saremo forse anche capaci di leggervi qualche dettaglio dell'Universo appena dopo il Big Bang.

Nel disegno l'espansione dell'Universo.
14 febbraio 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us