È arrivata la cometa di Pasqua. Ecco come osservarla

Da stasera è possibile osservare la cometa Panstarrs (C/2011 L4) detta anche "cometa di Pasqua". Ecco un vademecum per non perdere lo spettacolo

pannstar
La cometa C/2011 L4 Pan-STARRS, fotografata l'1 marzo 2013 in Nuova Zelanda. Foto: Ian Cooper, via SpaceWeather.com

Dopo aver fatto la sua apparizione nell'emisfero australe (guarda le foto),  la cometa C/2011 L4 Pan-STARRS, o cometa di Pasqua, come è stata soprannominata a causa del periodo dell'anno in cui si sta manifestando, è "arrivata" anche alle nostre latitudini.

Le serate migliori per vedere la cometa Pan- STARRS sono proprio queste: da stasera al 13/14 notte. Anche se l’osservazione è resa molto difficile dal fatto che la cometa tramonta molto presto, quindi appare bassissima sull’orizzonte.

Ecco però alcuni semplici consigli per osservarla.

Per provarci, innanzitutto dovete posizionarvi verso ovest, cioè dalla parte in cui il Sole è appena tramontato (vedi la cartina qui a fianco e la fotogallery con le mappe celesti).
Lo strumento più adatto è un binocolo, che ha un campo di osservazione molto grande, anche se in teoria l’astro chiomato dovrebbe vedersi anche a occhio nudo (nuvole permettendo).

Meglio in alto
Può essere utile anche posizionarsi un po’ in alto, su un’altura o all’ultimo piano di una casa, in modo che l’orizzonte da quel lato sia il più possibile sgombro da impedimenti (palazzi, alberi ecc.).
Con il passare dei giorni la situazione migliora leggermente (vedi mappe), perché la cometa sale verso l'alto e quindi tramonta più tardi. Inoltre, a partire dal 10 marzo, la cometa, passando vicino al Sole, riceverà la massima dose di radiazioni, "ravvivando" così le sue code. Le date migliori per osservarla potrebbero essere - suggeriscono dalla Nasa - il 12 e il 13 marzo, quando la cometa apparirà vicina alla Luna crescente.

Lenta scomparsa
Dalla metà della prossima settimana (14 marzo) purtroppo inizierà a diventare più debole. Il calo di visibilità sarà però controbilanciato da una migliore posizione (più alta rispetto all'orizzonte) che renderà più facile l'osservazione con strumenti ottici.
In un paio di settimane (difficile fare previsioni precise) probabilmente a occhio nudo non si potrà più vedere, ma con un binocolo e poi con un telescopio amatoriale si potrà ancora seguire almeno fino a verso metà aprile.

Ti potrebbero interessare anche:
Qual è la cometa più grande mai osservata?
Le prime foto della cometa di Pasqua
La cometa che potrebbe colpire Marte
Come si forma una cometa?
Le più belle foto di comete

Dove cercarla. La mappa del cielo del 7 marzo alle ore 18 alla latitudine di Roma. Guardando verso Ovest (la O rossa) si scorge la cometa. Ingrandisci e guarda tutte le mappe.

06 Marzo 2013 | Gianluca Ranzini