Don Chisciotte alle guerre stellari

I piani dell'ente spaziale europeo per difendere la Terra dall'impatto distruttivo con un asteroide.

2004715163846_8

Don Chisciotte alle guerre stellari
I piani dell'ente spaziale europeo per difendere la Terra dall'impatto distruttivo con un asteroide.
Hidalgo si lancia contro l'asteroide, mentre Sancho, con un comportamento degno del personaggio del romanzo 'Don Chiscotte', osserva da lontano senza correre rischi.Foto: ESA/Deimos Space.
Hidalgo si lancia contro l'asteroide, mentre Sancho, con un comportamento degno del personaggio del romanzo "Don Chiscotte", osserva da lontano senza correre rischi.
Foto: ESA/Deimos Space.

Nel '98 il film “Deep Impact” riempiva i cinema di tutto il mondo con la storia di un team di astronauti impegnati a salvare la Terra dalla collisione contro un asteroide. Solo fantascienza? Forse no, visto che secondo gli scienziati ogni poche migliaia di anni è possibile che il nostro pianeta venga colpito da un ammasso roccioso proveniente dallo spazio in grado di incenerire un'intera città.

Dalla Mancha allo spazio.
Proprio per questo l'Ente Spaziale Europeo ha deciso di dare il via a don Quijote, un programma di ricerca finalizzato a studiare la struttura interna degli asteroidi e a sviluppare la tecnologia necessaria per ridurli in polvere o deviarne la traiettoria in caso di possibile collisione con la Terra.
Il programma prevede l'impiego di due veicoli spaziali, Sancho e Hidalgo, che verranno lanciati lungo traiettorie differenti verso un asteroide del diametro di 500 metri. 
Sotto osservazione. Sancho arriverà per primo e orbiterà attorno all'ammasso roccioso per diversi mesi, durante i quali lancerà sensori di profondità che permetteranno agli scienziati studiarne la composizione. Poi arriverà Hidalgo, che impatterà contro l'asteroide ad una velocità di 36.000 km/h. Sancho osserverà la scena da lontano e consentirà ai ricercatori di verificare i cambiamenti di orbita e struttura conseguenti allo scontro grazie alla misurazione delle onde sismiche resa possibile dai sensori lanciati in precedenza.

Cuore di ghiaccio, coda di fuoco.
Mentre l'ESA sta aspettando l'approvazione dei fondi necessari al finanziamento di don Quijote (la partenza della missione è attesa per il 2010-2015), la NASA sta attendendo con ansia il 4 luglio 2005: in quella data infatti il veicolo spaziale Deep Impact lancerà una sonda sulla cometa Tempel 1 per studiarne la composizione e scatterà delle fotografie ravvicinate dell'ammasso di ghiaccio che costituisce il suo nucleo.

(Notizia aggiornata al 15 luglio 2004)

15 Luglio 2004

Codice Sconto