Spazio

Da quanti esopianeti si vedrebbe la Terra?

Cambiamo prospettiva: da quanti mondi si potrebbe riconoscere il transito della Terra davanti al Sole e scoprire tracce di vita nella sua atmosfera?

Ogni volta che un esopianeta nel nostro campo di osservazione transita davanti alla sua stella provoca una lieve diminuzione della luminosità dell'astro, un guizzo che gli astronomi usano per individuare, in quell'orbita, la presenza di un corpo celeste. Proviamo a invertire punto di vista: da quanti esopianeti si riuscirebbe a osservare il passaggio della Terra davanti al Sole?

almeno un migliaio di possibilità. Lisa Kaltenegger, Direttrice del Carl Sagan Institute alla Cornell University (New York) ha contato 1.004 stelle della sequenza principale (simili al Sole) che ospitano, nella loro zona abitabile, un pianeta dal quale potremmo essere visti. Se su questi pianeti, tutti entro i 300 anni luce dalla Terra, vi fossero scienziati interessati a civiltà aliene, si troverebbero nella giusta posizione dell'eclittica per vedere, con i loro telescopi, il transito della Terra davanti al Sole, stabilire che il nostro è un pianeta abitabile e magari anche scoprire tracce chimiche riconducibili alla vita nella nostra atmosfera.

Per scoprire quanti pianeti garantirebbero questa ottimale prospettiva di osservazione, Kaltenegger e colleghi hanno stilato la lista delle stelle più vicine dal catalogo del telescopio della NASA TESS (Transiting Exoplanet Survey Satellite) e hanno poi considerato soltanto quelle con pianeti nella zona abitabile, allineate con la nostra traiettoria.

25 ottobre 2020 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us