Spazio

Profondo Rosso

Il nuovo video da Curiosity. Sull'onda del succeso la Nasa ha messo in cantiere la prossima missione su Marte, per studiare le profondità del Pianeta Rosso. Sarà probabilmente il primo viaggio low cost dell'esplorazione spaziale.

Curiosity entra nel vivo! Provati tutti gli strumenti, ora si avvia ai pendii di Sharp. Ecco intanto le eccezionali immagini dell'atterraggio confrontate con quanto è avvenuto realmente. Mentre sull'onda del successo tecnologico - e di audience! - la Nasa si prepara a InSight...

[> L'articolo prosegue dopo il video di Luigi Bignami

Mentre Curiosity esplora la superficie di Marte (vedi il dossier di Focus.it sulla missione Curiosity), la Nasa ha annunciato che nel 2016 Marte avrà un nuovo visitatore: si chiama InSight, ossia Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport, ed è un robot capace di trivellare in profondità il suolo del Pianeta Rosso. Oltre alle solite telecamere, InSight avrà a bordo una serie di sensori per determinare con precisione l'inclinazione dell'asse di rotazione del pianeta e una speciale trivella capace di arrivare a circa 500 metri di profondità. Lo scopo principale del progetto è infatti lo studio del sottosuolo grazie a due strumenti forniti dall'agenzia spaziale francese e da quella tedesca: il SEIS (Seismic Experiment for Interior Structure), per la rilevazione di movimenti sismici, e l'HP3 (Heat Flow and Physical Properties Package) per la misura del calore del sottosuolo. Il costo del progetto sembra molto contenuto, tanto che già si parla di esplorazione low-cost: 425 milioni di dollari escluso il lancio, contro i 2,5 miliardi di Curiosity.

Nonostante le molte obiezioni, gli scienziati della Nasa ritengono che Marte sia "strategico" per la comprensione dei processi evolutivi dei pianeti rocciosi del sistema solare interno: Mercurio, Venere, Terra e, appunto, Marte. L'esplorazione in profondità dovrebbe permettere di capire se il nucleo del nostro vicino è solido oppure liquido, perché non ha un campo magnetico e come mai il pianeta è privo di tettonica. La Nasa ritiene che le caratteristiche di Marte favoriscano lo studio di quanto accaduto nel passato recente del sistema solare: non avendo placche tettoniche è meno soggetto a violente scosse sismiche rispetto alla Terra, quindi nucleo, crosta e mantello sono in grado di "registrare" gli avvenimenti in modo più chiaro. Inoltre, le sue dimensioni relativamente ridotte permettono di recuperare più facilmente tali informazioni. È naturale pensare che la scelta sia influenzata dal successo della missione Curiosity, che ha risvegliato un grande interesse per l'astronomia e le missioni spaziali, ma l'agenzia precisa che la selezione del progetto si è conclusa ben prima dell'evento Curiosity. A favore di InSight sono state scartate due missioni verso Saturno, decisione che ha lasciato perplessi gli scienziati che avrebbero preferito vedere la Nasa approdare più lontano. Assolutamente contrariata è, per esempio, Carolyn Porco, planetologa americana che il 20 agosto ha twittato: "troppa enfasi su Marte... Sono d'accordo sulla decisione di ridurre il budget, ma la maggior parte del sistema solare è fuori, oltre la fascia degli asteroidi... perché insistere su marte?". E Vivek Wadhwa, che dalle pagine del Washington Post scrive: "è troppo poco e troppo tardi, abbiamo l'intero universo da esplorare".

22 agosto 2012 Sara Zapponi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us